Lettera Aperta a His Highness Sheikh Tamim bin Hamad al-Thani, Emiro del Qatar : La prego, HH, compri il Quirinale !

di Paola G. Lunghini

 

Sua Altezza Sheikh Tamim bin Hamad al-Thani,

mi perdoni l’ ardire con il quale – nel massimo rispetto che la persona di  Sua Altezza  esige -  a Sua Altezza pubblicamente  mi rivolgo, saltando – come si dice – le procedure che la diplomazia , il protocollo, etc etc  esigerebbero.

Ma mi auguro che Sua Altezza  ( che è uomo giovane – 35 anni – e  moderno, oltre che illuminato) comprenderà lo spirito che così mi guida in questa dichiarazione di scrittura .

Anzi, Sua Altezza , facciamo una cosa :  poiché  Sua Altezza è anche uomo spiritoso, d’ora in avanti – per brevità – La chiamerò HH ( His Highness) . OK?

 

Spiritoso?  Ma naturale . Scusi, HH , Lei – che ha studiato in UK laureandosi all’Accademia di  Sandhurst -  spiritoso deve esserlo per forza: se uno non è spiritoso in UK , dove dovrebbe  esserlo?

E infatti Lei, ancorchè HH, anzicchè prendersi una squadra di calcio inglese si è già anni fa comperato il Paris Saint Germain . Più sense of  humor  di così…

Qualche giorno fa, poi, Lei avrebbe  acquistato – pagandolo la bellezza di 300 milioni di euro – una tela di Paul Gauguin, e nemmeno una delle migliori. «La porterà nel Museo di famiglia a Doha» hanno bisbigliato i media del mio Paese.

Io questo non lo credo. Piuttosto,  sono propensa a pensare che il quadro  ( se davvero lo ha acquistato Lei), Lei se lo terrà in casa sino a quando non sarà pronto il nuovo Palazzo Reale a  Lusail City, la nuova città  “ fronte-mare” in costruzione a pochi chilometri dall’aeroporto internazionale di Doha, che ospiterà le cerimonie di apertura e chiusura della 2022 FIFA World Cup™ che Lei tanto ha – come dire – “ sponsorizzato”. (  I ben informati mi hanno detto già mesi fa che Lei, HH,  a Lusail City sposterà prima o poi la Sua residenza ufficiale).

 

Lei, HH,  è uomo illuminato, dicevo sopra.

Sua  Altezza – scusi, qui ci vuole il Sua Altezza -  sarà d’ accordo con me su ciò: è una questione di  DNA. Illuminato è  l’ Emiro Suo padre ( e non entro qui in questioni di geopolitica: dico solo  che se oggi tutti sanno dov’è e cosa fa il Qatar, ciò si deve a Suo Padre) . Illuminata è la Sceicca  Sua madre, Mozah ( che sinceramente e profondamente ammiro, anche il nostro Dio la protegga ) . Se i Suoi genitori hanno scelto Lei – ispirati dal Suo Dio , si intende -  per guidare il Suo Paese, tantum sufficit… ( scusi se uso il latino, ma in questo caso è meglio).

 

HH, Lei si meraviglierà , forse, che io tante cose sappia del Qatar.

 

Vede, HH, a Doha  ci sono stata un paio d’ anni orsono ( per un esclusivo “ International Press Tour”, in qualche modo mi aveva  invitato Lei, perché era a cura di una Società  che comunque alla Sua famiglia fa capo ), e la realtà del Suo Paese  mi ha interessato moltissimo.

Ho cercato di capire quante più cose possibile, ho molto studiato e poi ho scritto un reportage  in tre puntate che – lungi  da me vantarmi – considero una delle  cose migliori che ho fatto nella mia lunga carriera  di giornalista .  HH  lo trova, se vuole,  sul mio “vecchio sito”, ai link http://www.internews.biz/old/primo_piano/202.html  , http://www.internews.biz/old/primo_piano/203.html  , e http://www.internews.biz/old/primo_piano/204.html  .

 

( A titolo di precisione: successivamente, il  mio vecchio sito l’ ho trasformato in un online vero e proprio. Questo dal quale oggi a Lei , HH,  mi rivolgo) .

 

Dopo questa lunga  ma necessaria premessa, HH, veniamo al dunque.

Le scrivo per proporLe un business che potrebbe essere di “ mutual  benefit “ per entrambi i nostri Paesi.

HH, visto che negli scorsi  giorni ha “ risparmiato”  sull’ acquisizione  di  Canary Wharf a Londra , compri il Quirinale !

 

OK,  Lei ora mi dirà che il Quirinale non è in vendita .  (Immaginare l’ inimmaginabile, è questo il bello, HH ).

E Lei mi dirà che non solo non è in vendita, ma  che fa parte del nostro patrimonio immobiliare non alienabile.

Vero.

Ma si figuri se non si trova la maniera di alienare…Due paragrafetti  in una legge che nulla ha a che fare con ciò , e la questione è risolta (  in queste cosette, i nostri a Roma sono specialisti).

 

Ma perché il Quirinale, dirà Lei?

Mi ascolti, HH.  Lei sa immaginare nulla di più bello e adatto – come residenza – alla Sua meravigliosa Madre, allorchè ella viene a Roma ? ( oltretutto  voi, intendo come Qatar, di acquisizioni ne avete fatte già non poche, nel mio Paese, e catturando  mondiali riflettori).

Troppo grande? In effetti, c ’è chi dice  160 mila metri quadrati, altri sostengono sia di SOLI 110 mila. Si tratta di innumerevoli immensi  e meravigliosi saloni di rappresentanza, e di circa 1.200  stanze, più tante altre cose. In ogni caso il parco dovrebbe essere  di circa  quattro ettari.

Nel centro di Roma!

Beh, si può sempre dividere : da una parte la residenza della Sua meravigliosa Madre allorchè essa  viene a  Roma, città che tanto le piace.

E dall’ altra, un Hotel a dieci stelle, il  più bello del mondo…per le catene alberghiere, veda Lei chi  coinvolgere … Ciò risolverebbe anche un altro problema che si potrebbe porre,  cfr infra.

I dettagli  ( comprese  le opere d’ arte  di incommensurabile valore che il building  conserva al proprio interno, e  che a nessun cittadino  italiano comune  è dato di ammirare : Le sembra democratico ciò? )  si potrebbero esaminare in un secondo momento; come in un secondo momento si potrebbero esaminare le spese di gestione, che  ahimè ammontano oggi a quasi  mezzo miliardo di euro all’ anno.

 

Ancora un paio di cose, per tentare di persuaderLa.

Primo :  gli italiani non nutrono affetto alcuno nei confronti del Quirinale . Sono più che convinta  che, se passasse in mani “ estere” , gli italiani ne sarebbero felici.

Secondo : ma Le sembra logico,  HH, che tutta questa ricchezza stia lì al servizio di una persona sola, il cosiddetto “ inquilino” del Quirinale , ovvero il nostro Presidente della Repubblica che, come certo Le  è noto, è  da pochi giorni Sergio Mattarella ?

HH, ci pensi :  un uomo solo, in una casa di 160 mila metri quadrati che costa ai contribuenti italiani  circa mezzo miliardo di euro all’ anno.  Non Le sembra assurdo?

 

Ciò detto, La prego, ci pensi, HH.  E faccia La prego  un’ offerta  economica di quelle che non si possono rifiutare. Vedrà che – se supera gli otto  miliardi di euro, opere d’ arte escluse, si intende – l’ accetteranno.

 

La ringrazio per la Sua attenzione, e rimango -  con ossequio – a Sua disposizione per ogni informazione o chiarimento.

 

Sua

 

Paola G. Lunghini

 

PS . Io credo che al Presidente della Repubblica italiana si potrebbero riservare – dopo che Lei avrà firmato l’ assegno – alcuni locali per permettergli di fare al meglio il suo lavoro.  (Nel frattempo egli potrebbe dormire a casa sua, visto che comunque ne disponeva,  anche a Roma ) .

Altri particolari -  tipo l’ uso dei Saloni di rappresentanza  in caso di ricevimento di Capi di Stato esteri, etc – si potrebbero esaminare in seguito.

In caso il Presidente della Repubblica dovesse ricevere anche  colazione  o a cena i Capi di Stato  come sopra, beh, si fa un bel contrattino con il catering  dell’ Hotel a  dieci stelle adiacente; e tutto si risolverebbe  – per noi italiani – in grandissima  bellezza e a costi variabili. Razionale, no?

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress