I fondi immobiliari in Italia e all’estero, l’ aggiornamento

di Mario Breglia, Presidente  di Scenari Immobiliari , alla presentazione odierna del Rapporto,   a Roma

 

“Gli ultimi dieci anni hanno visto, a livello globale e nazionale, la grande crescita del risparmio gestito professionalmente in strumenti a contenuto immobiliare, come i fondi e i Reit.
Nel mondo il patrimonio gestito è passato da 800 miliardi di euro nel 2005 a circa 2.550 nel 2015, con un incremento del 320 per cento. Rappresenta circa un terzo del mercato immobiliare non residenziale. Era un decimo nel 2005.
I fondi immobiliari europei nel 2005 avevano un patrimonio netto di circa 290 miliardi di euro, salito a 470 con un incremento nel decennio del 162 per cento, e rappresentano circa il 60 per cento del mercato “core” europeo.
In Italia il patrimonio netto dei fondi era di 13 miliardi di euro nel 2005, mentre nel 2015 è di 48 mld di euro, con un incremento del 370 per cento.
Solo il Lussemburgo ha fatto meglio in Europa.
Nel nostro Paese i fondi rappresentano il settanta per cento del mercato “core”.
In tutti i Paesi è prevista un’ulteriore crescita di questi strumenti (in Italia, in particolare, ci sono grandi attese per la raccolta delle Siiq nel 2016), che garantiscono tutela dei patrimoni e rendimenti superiori all’inflazione”.

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress