Simone Micheli illumina il WORLDHOTEL RIPA ROMA a Trastevere

L’architetto Simone Micheli, indiscusso riferimento internazionale nella progettazione di spazi dedicati all’ospitalità e al benessere, ha curato il progetto di interior e lighting design per le nuove camere e la sala riunioni Sironi del WorldHotel Ripa Roma, straordinario e non convenzionale luogo ospitale situato nel centro storico della Capitale in zona Trastevere.

Forme essenziali e raffinate colpiscono l’occhio del visitatore non appena egli varca la soglia della camera ed un’aurea di assoluta purezza ed estrema eleganza trasmette l’immediata sensazione che è l’uomo ad essere l’inoppugnabile protagonista di una scena creata affichè il suo interiore benessere psicofisico trovi completo compimento. Arredi nudi, francescani si relazionano con l’ambiente circostante permettendo alle emozioni di liberarsi nell’aria e lasciando libertà di azione all’innata ed originaria abilità percettiva umana. Il grigio ed il bianco degli arredi, delle pareti e della pavimentazione contribuiscono a dare vita ad un atmosfera depurata, delicata, in cui poter far riaffiorare, al centro del fitto reticolo energetico che compone la realtà, l’uomo con la sua sensorialità, unione ritrovata ed armonica di corpo e mente. Il letto ampio e soffice contraddistingue il fulcro spaziale della camera, la testata estesa e dagli angoli stondati funge inoltre da armadio, e dello spazio costituisce il centro vitale. La fluidità pervade ogni forma, stemperando il rigore puro in favore di morbidi frammenti di contemporaneità che definiscono una dimensione onirica posta ai margini del tempo. Sono voluti gli sbalzi umorali che contrappongono le fattezze attuali della camera alla romanità antica, grandiosa, di Trastevere, cuore storico della città in cui l’hotel è situato. Tutt’intorno infatti schegge di lontana memoria distinguono lo spazio, mostrando come il dissonante connubio di avvenire e passato modelli nuove possibilità espressive. Il visitatore così, con un repentino balzo, acquista la capacità di volgere lo sguardo verso il futuro, di intravedere le nuove possibili vie del pensiero e di rovesciare la vigenti prospettive, contrapponendo al caos metropolitano quotidiano pillole di benessere. Un luogo fatto per emozionare quindi, in cui continui nuovi scenari sono resi possibili dai giochi di luce che avvolgono gli arredi, definiscono le forme, riempiono lo spazio. Fluidità, giochi di luce e di riflessi che si sovrappongono e l’incontro-scontro tra passato, presente e futuro sono i tratti che contraddistinguono anche la Sala Sironi, area meeting dell’hotel. Sfuggendo agli ordinari canoni estetici, lo spazio si determina con l’obiettivo di essere risposta alle molteplici esigenze funzionali dell’uomo contemporaneo, coordinando la soddifazione dei suoi bisogni effettivi con l’innato ed eterno tendere verso la bellezza; la curata regia illuminotecnica e l’alto gradiente tecnologico guidano la riuscita riunione degli intenti. Un immagine del Foro di Traiano, ultimo monumentale foro imperiale romano, copre due delle pareti della sala, sublimando il contrasto temporale fino all’estremo compimento.

 

Partners:
Arca, Cipriani Serramenti, Disegno Ceramica, Elite, Frascio, Gedy, Glip – The lighting partner, Gruppo

Confalonieri, Grohe, Liuni, OIKOS_colore e materia per l’architettura, Porcelanosa Grupo, Sacea, Sign System, SnoWhite, Spazio 08, WMP World Market Place SPA

 

 

Simone Micheli fonda nel 1990  l’omonimo Studio d’Architettura e nel 2003 la società di progettazione “Simone Micheli Architectural Hero” con sede a Firenze e Milano.

Dal 2003 al 2009 è docente a contratto presso la Facoltà di Architettura del capoluogo toscano. Sempre dal 2003 è anche docente presso Polidesign e presso la Scuola Politecnica di Design del capoluogo meneghino. La sua attività professionale si articola in plurime direzioni: dall’architettura all’architettura degli interni, dal design al visual design passando per la comunicazione; le sue creazioni, sostenibili e sempre attente all’ambiente, sono connotate da forte identità e unicità. Le numerose realizzazioni per pubbliche amministrazioni e per importanti committenze private connesse al mondo residenziale e della collettività, ne fanno uno dei principali attori nella dimensione progettuale europea.

Tra i riconoscimenti nazionali e internazionali si ricordano: il “Best Interior Design” e il “Best Apartment Italy” con il progetto “Golfo Gabella Lake Resort” nella competizione “Homes Overseas Award 2007”- Londra (premio internazionale riservato ai migliori sviluppi immobiliari residenziali nel mondo); l’“International Media Prize 2008”- Shenzhen nella categoria “Annual public spaces grand award” e l’ “International Design Award 2008”- Los Angeles nella categoria “Interior Design” con il progetto “New Urban Face” per la Provincia ed il Comune di Milano; l’ “Interior Designer Of The Year” agli “International Design Award 2008” – Los Angeles; il “Best Of Year 2010” nella categoria “Beauty, Spa e Fitness”, premio organizzato da Interior Design Magazine – New York,Usa e l’“International Media Prize 2010” nella categoria Annual Club Space Award, organizzato da Modern Decoration Magazine a Shenzen, China con il progetto Atomic Spa della Boscolo Hotels; il “TrE number one award 2011”- Venezia per l’interior design e il “Contemporary Spa Award 2011” nella categoria “Best Future Spa”- Bologna con il progetto “Marina Verde Wellness Resort” -Caorle, Venezia.

Molte sono le pubblicazioni su riviste italiane e internazionali, le interviste televisive dedicate alla sua opera e le monografie, l’ultima “Simone Micheli from the future to the past” rappresenta una selezione di 20 anni del suo fare progettuale.

 

Foto di: Juergen Eheim

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress