In un e-book a disposizione di insegnanti e studenti i progetti del “Vivaio Scuole” di Padiglione Italia all’Expo

Durante i sei mesi dell’Esposizione Universale, con una media di quattro appuntamenti quotidiani, oltre 15mila ragazzi hanno presentato nel Vivaio Scuole di Palazzo Italia i loro progetti di educazione alimentare, sostenibilità e food security realizzati nei mesi precedenti l’apertura di Expo. Per non disperdere questo straordinario patrimonio di esperienze il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, Expo 2015 e Padiglione Italia, in collaborazione con Fondazione Bracco, hanno ora realizzato un e-book che restituisce i contenuti che hanno animato il Vivaio Scuole suddividendoli per tipologia di argomento trattato, per Regione e città e per ordine di istituto scolastico.

“Expo 2015, visitato da oltre due milioni di studenti, è stato uno dei più importanti momenti di education della storia del nostro Paese”, afferma Diana Bracco. “Grazie anche all’impegno del Ministro Stefania Giannini e di Confindustria, che ha partecipato con il progetto Adotta una scuola, l’Esposizione Universale ha davvero contribuito a formare quella che mi piace chiamare Expo Generation: ragazzi più attenti alla sostenibilità, al tema dei rischi legati a comportamenti alimentari non corretti, e più consapevoli dell’importanza della lotta agli sprechi. A questo riguardo”, conclude Diana Bracco, “sono molto felice che il mio lavoro come Presidente di Expo e Commissario di Padiglione Italia si concluda con questa importante iniziativa rivolta ai giovani”.

“Il cibo ha saputo stimolare e coinvolgere tutte le discipline scolastiche, un potente fattore interdisciplinare che ha unito arte, filosofia, storia e musica”, sostiene Patrizia Galeazzo, responsabile del progetto Vivaio Scuole a Palazzo Italia. “Quadri di illustri autori del passato modificati creativamente con l’inserimento di prodotti tipici locali o l’inaspettato accostamento, in una scala di note e gusti, tra i grandi vini e le grandi voci liriche del nostro paese, doni universali che l’Italia ha fatto al mondo. La ricchezza degli elaborati”, aggiunge Patrizia Galeazzo, “sia in termini di profondità della ricerca sia in termini di quantità di temi trattati dimostra a nostro avviso come i temi di Expo 2015 siano stati un potente e profondo strumento per valorizzare la cultura e la conoscenza”.

L’e-book, oltre ad essere utilizzato dalle 700 scuole che hanno partecipato all’iniziativa, è disponibile per tutti all’indirizzo http://www.quintadicopertina.com/doc/vivaioscuole.xhtml

 

Fonte : Bracco

 

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress