Investimenti alberghieri, l’ Italia al centro di Berlino

di Francesco Tedesco (*)

 

Il nostro Paese sarà finalmente al centro del prossimo  International Hotel Investment Forum (IHIF) di Berlino, il più importante evento al mondo per la filiera dell’investimento alberghiero  internazionale, che aprirà le porte oggi7 marzo (fino a mercoledì 9)presso l’Hotel Intercontinental.

Una tre giorni intensissima che rappresenta il più importante evento B2B a livello mondiale per la filiera della “hotel industry”: all’IHIF partecipano infatti tutti i maggiori investitori, istituzioni finanziarie, catene alberghiere, advisor, provider, enti nazionali e territoriali, per un totale di oltre due mila delegati da 80 Paesi, per quello che è davvero the “place to be” per l’investimento alberghiero dell’alto di gamma.

Tradizionalmente IHIF ha visto una presenza italiana assai limitata, ma non sarà così in questa diciannovesima edizione: uniti sotto un unico cappello con il nome di “ITALIA HOSPITALITY” (iniziativa capitanata da Marco Malacrida, CEO di RES – Partner STR Global, leader nel market intelligence turistico/alberghiero), saranno presenti per la prima volta diversi prestigiosi player italiani del comparto ricettivo insieme alle istituzioni più rappresentative tra cui l’Associazione Italiana Confindustria Alberghi, e l’Agenzia del Demanio.

Lo Stand di “ITALIA HOSPITALITY” avrà quest’anno lo spazio più grande disponibile, ben 50 metri quadrati all’interno dell’Intercontinental.

«Con questa iniziativa abbiamo voluto dare la massima visibilità all’Italia che è il quinto Paese al mondo nel turismo, ma che in una sede prestigiosa come quella di Berlino è sempre stata poco visibile e rappresentata» ha dichiarato Marco Malacrida. «Lo scopo di questa presenza massiccia è instaurare contatti diretti tra i più importanti investitori e le principali istituzioni attive nel settore turistico».

«Siamo felici di essere finalmente riusciti a creare una vetrina per il Paese in modo da far comprendere agli investitori quali sono le opportunità e le sinergie che si possono attivare in Italia» ha commentato Giorgio Palmucci, Presidente dell’Associazione Italiana Confindustria Alberghi. «Il Turismo è uno dei pilastri dell’economia nazionale e siamo orgogliosi di questa partnership pubblico-privata che porta il nostro settore al centro dell’evento più importante al mondo in questo settore».

Nel  pomeriggio dell’8 marzo ci sarà nell’ambito del Forum anche una sessione completamente dedicata all’Italia intitolata “Invest in Italy made easy – The opportunity to invest in Italy has never been greater. Listen to a panel of experts on what opportunities are available and how to fast track investment”.

La conferenza- moderata da Paola G. Lunghini, Direttore  di www.internews.biz- vedrà al fianco di Malacrida e Palmucci l’importante presenza di Riccardo Pacini, Real Estate Development Manager dell’ Agenzia  del Demanio, che ha da poco reso pubblici tutti gli immobili su cui è possibile investire e che è dunque pronto a dare sfoggio dei “gioielli di famiglia” agli investitori internazionali.

In programma anche gli interventi di Lorenzo Vianello (Global Account Manager RE – Network CIB Italy di UniCredit) e di Elisabetta Fabri (Presidente e CEO della catena Starhotels), alla sua prima partecipazione all’IHIF.

«Siamo a Berlino perché IHIF offre un contesto unico di incontro e  confronto con i più importanti player internazionali sulle tendenze e il futuro del settore» ha dichiarato la stessa Elisabetta Fabri, alla quale ha fatto eco anche Enzo Casati, Direttore Generale di Starhotels.

«In Italia» ha spiegato Casati «abbiamo un mercato dove la proprietà è ancora molto polverizzata, e c’è un buono spazio di crescita per le grandi catene alberghiere. Anzi ci aspettiamo che nei prossimi cinque anni avverrà una importante fase di consolidamento del settore. Come Starhotels desideriamo essere un acceleratore di questa fase di consolidamento, e pensiamo quindi di non occuparci più solamente di acquisizione e gestione di immobili, ma incominceremo anche a operare nella gestione di immobili conto terzi per espandere il nostro network. Insomma, vorremmo essere più un attore che uno spettatore».

 

(*) Francesco Tedesco, collaboratore di www.internews.biz e di ECONOMIA IMMOBILIARE, è ingegnere ambientale esperto in energie rinnovabili e giornalista pubblicista

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress