L’Agenzia del Demanio all’International Hotel Investment Forum (IHIF) di Berlino

E’ in corso in questi giorni a Berlino la 19ma edizione dell’International Hotel Investment Forum (IHIF), il più importante evento dedicato agli investimenti nel settore alberghiero internazionale, e l’Agenzia del Demanio ha partecipato alle giornate di incontro per presentare le opportunità offerte dal patrimonio immobiliare pubblico italiano. Nell’ambito del Forum infatti è stata organizzata nello Stand di “ITALIA HOSPITALITY” all’interno dell’Hotel Intercontinental, una sessione completamente dedicata all’Italia intitolata “Invest in Italy made easy – The opportunity to invest in Italy has never been greater”: una conferenza moderata da Paola Lunghini, direttore  di www.internews.biz , a cui ha preso parte Riccardo Pacini, Real Estate Development Manager dell’Agenzia, accanto a Marco Malacrida, CEO diRES, a Giorgio Palmucci, Presidente dell’Associazione Italiana Confindustria Alberghi, a Lorenzo Vianello, Global Account Manager RE – Network CIB Italy diUniCredit e ad Elisabetta Fabri, Presidente e CEO della catena Starhotels.
L’intervento di Pacini ha ricordato come il rilancio della leva immobiliare per lo sviluppo economico e territoriale sia una delle priorità del Governo italiano, nell’ambito del raggiungimento dei più generali obiettivi di finanza pubblica europei (riduzione deficit e debito pubblico), e come questo indirizzo si sia tradotto nel consolidamento della governance dell’immobiliare pubblico e nell’introduzione di una serie di agevolazioni e strumenti volti a massimizzare le opportunità offerte dalla privatizzazione della proprietà o della gestione degli immobili pubblici. L’Agenzia, in questo contesto, rappresenta il pivot della strategia immobiliare pubblica, avendo la responsabilità dell’asset, property e facility management del patrimonio immobiliare dello Stato. Rispetto a questo ruolo di governance, l’Agenzia del Demaniofavorisce la sinergia tra diversi soggetti – istituzioni, Enti locali, imprenditori, associazioni di categoria – che, a vario titolo, possono intervenire nei percorsi di valorizzazione e dismissione dei diversi asset gestiti, grazie all’esperienza consolidata negli ultimi anni: nel triennio 2012-2014 le privatizzazioni di immobili pubblici sono state pari a 4.273mln/€, di cui per il comparto statale pari a circa 523mln/€. Di questel’Agenzia ha gestito/intermediato vendite per c.a. 800mln/€. Per il prossimo triennio, gli obiettivi di dismissione fissati nel DEF sono pari a 1.350mln/€. Questo ruolo si consolida in un contesto in cui nel 2015 gli investimenti immobiliari in Italia hanno raggiunto 8,1 miliardi di euro, un aumento di oltre il 55% rispetto al 2014, dei quali il 75% provenienti dall’estero (c.a. 6mld/€). Un trend positivo che ha riguardato anche il settore alberghiero, che ha avuto lo stesso tasso di crescita (+55% rispetto al 2014, raggiungendo 830mln/€) con ottime prospettive per il 2016.
Il settore immobiliare pubblico deve quindi cogliere le opportunità offerte dalle positive dinamiche del mercato, anche per la realizzazione di progetti legati al settore turistico-ricettivo: beni situati lungo i più suggestivi percorsi religiosi, culturali e naturalistici italiani, possono essere offerti sul mercato e valorizzati attraverso strumenti e procedure più flessibili e aperte alle esigenze degli investitori. È quindi molto importante per l’Agenzia partecipare all’IHIF, per mantenere un dialogo costante con gli operatori del settore, utile a rendere i programmi di offerta dei beni pubblici sempre più appetibili ad uno dei segmenti più dinamici della domanda immobiliare, quello dell’industria alberghiera.

Fonte  : Demanio

Nella foto, Riccardo Pacini ( a sinistra) con Giorgio Palmucci

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress