Lo dice anche Savills : la domanda per i negozi del centro di Milano da parte degli investitori stranieri è “eccezionale”

Gli spazi retail super-prime di Milano, le migliori vie commerciali delle maggiori città di provincia e un certo numero di parchi commerciali selezionati sono le migliori opportunità d’investimento nel settore immobiliare italiano, secondo Savills Investment Management (“Savills IM”).

La più prestigiosa zona di Milano – il Quadrilatero della Moda – registra un’eccezionale domanda da parte di investitori istituzionali e privati sia stranieri che italiani. Quest’area è tra le principali destinazioni retail al mondo e può essere paragonata a Bond Street a Londra e agli Champs Elysées a Parigi. Il tasso di sfitto è estremamente basso grazie alla forte domanda dei retailer.

Tuttavia, anche le maggiori città di provincia con fondamentali solidi e in miglioramento, quali Firenze, Venezia, Verona e Bologna possono offrire opportunità di sovraperformance: si prevede che la maggiore liquidità degli investimenti eserciti un’ulteriore pressione al ribasso sui rendimenti. I parchi commerciali in bacini d’utenza sostenibili possono, inoltre, fornire dei buoni flussi di entrate diversificati e stabili.

Cristiano Ronchi, Head of Investment per l’Italia di Savills IM, ha commentato:

“Milano non è Italia e Via Montenapoleone non è Milano; questo è il motto di molti investitori che possono permettersi i rendimenti super-prime di alcune unità commerciali di Milano. Le locazioni prime sono state resilienti durante l’ultima crisi e, a causa della combinazione di forte domanda e scarsa disponibilità, prevediamo che crescano ancora. Anche se, a causa della scarsa disponibilità di questa tipologia di prodotto d’investimento, prevediamo un miglioramento della liquidità degli investimenti sulle piazze prime delle maggiori città di provincia, con un conseguente ribasso dei rendimenti. Stiamo anche esaminando centri commerciali per i quali sono necessari interventi di riposizionamento (come ristrutturazione, ampliamento o miglioramento del pool dei locatari) per raggiungere la qualità investment-grade.”

Vanessa Moleiro, Assistant Manager del team Research & Strategy di Savills IM, ha aggiunto: “Le maggiori città italiane si avvantaggiano di una spesa domestica superiore alla media e di un’elevata spesa da parte dei turisti. Dopo tre anni di recessione, l’economia italiana mostra segnali di ripresa e le riforme del governo iniziano a portare frutti. Le regioni del nord e del centro trainano la ripresa, riflettendo questioni quali la diminuzione e l’invecchiamento della popolazione del sud. Tuttavia, complessivamente, l’Italia dovrà mettere in atto ulteriori riforme per mantenere la fiducia degli investitori verso le istituzioni finanziarie italiane ed evitare un rallentamento della ripresa.”

Savills IM SGR, società italiana regolamentata di Savills IM, nel 2015 ha aumentato gli asset gestiti del 90% da 900 milioni di euro a 1,7 miliardi di euro. L’aumento degli asset gestiti è stato realizzato grazie a una combinazione di transazioni e gestione del portafoglio. Le attività recenti comprendono lo sviluppo del flagship store Zara Home a Milano (il più grande al mondo per l’azienda) e la riqualificazione di un hotel di Roma in spazio per uffici multi-tenant, con certificazione LEED Gold.

Nella foto, Cristiano Ronchi

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress