Beni Stabili Siiq: l’Assemblea degli Azionisti approva il Bilancio 2015, e rinnova il Consiglio di Amministrazione . Christophe Kullmann confermato Amministratore Delegato

 

L’Assemblea degli Azionisti di Beni Stabili Siiq, presieduta dal Prof. E. Laghi, ha

approvato in data odierna il bilancio civilistico al 31 dicembre 2015 e preso atto del bilancio consolidato al 31

dicembre 2015.

Beni Stabili Siiq chiude l’esercizio 2015 con i seguenti risultati economici e finanziari consolidati:

 Risultato netto ricorrente consolidato1: + € 99,4 milioni, + 14% a/a, (rispetto a + € 87,2 milioni nel 2014).

 Ricavi lordi da locazione: € 210,6 milioni (rispetto a € 228,4 milioni a fine 2014), lieve flessione a -1,5% su

base like-for-like2 e con l’esclusione dell’impatto dell’accordo con Telecom Italia.

 Ricavi netti da locazione: € 174,5 milioni (rispetto a € 194,2 milioni a fine 2014).

 Patrimonio immobiliare: € 3.902,6 milioni (rispetto a € 4.091,5 milioni a fine 2014), influenzato anche da

vendita di asset a un gross selling price pari a € 203,3 milioni.

NNNAV per azione: € 0,756 (rispetto a € 0,797 a dicembre 2014).

NNNAV complessivo: € 1.714,8 milioni (rispetto a € 1.808,9 milioni a fine 2014).

 Posizione finanziaria netta: in miglioramento, pari a – € 2.064,3 milioni (rispetto a – € 2.209,6 milioni a fine

2014).

 Costo medio del debito e scadenza media del debito: costo medio in forte miglioramento pari al 2,9%

(rispetto al 3,9% a fine 2014) e scadenza media pari a 4,3 anni (rispetto ai 3 anni a fine 2014).

1 Beni Stabili Siiq definisce il risultato netto ricorrente consolidato (precedentemente chiamato risultato netto ricorrente di cassa del Gruppo)

quale indicatore gestionale alternativo di performance rettificando il risultato netto consolidato escludendo: 1) il margine di contribuzione

delle vendite (capital gain e relativi costi) e i costi finanziari derivanti dal rimborso anticipato dei finanziamenti e degli strumenti finanziari; 2)

le partite non monetarie (partite di natura valutativa sugli immobili e sugli strumenti finanziari, gli ammortamenti, etc.); 3) le partite di

carattere rilevante straordinarie e non ricorrenti.

2 Il tasso di crescita Like-for-like relativo ai canoni di locazione è calcolato sui canoni di affitto relativi al portafoglio stabilizzato,

cioè è il tasso di crescita che deriva da 1) l’effetto dell’indicizzazione all’inflazione, 2) l’effetto della crescita o riduzione della

vacancy sul portafoglio 3) l’effetto della rinegoziazione dei canoni in scadenza o di nuovi canoni. Il portafoglio stabilizzato è il portafoglio

rettificato per le vendite, le capex sugli immobili “non development” e i reclustering.

2

Loan to value3: sostanzialmente stabile a 50,9% (rispetto al 50,8% al 31 dicembre 2014).

 Risultato netto, prima degli appostamenti contabili relativi ai prestiti obbligazionari convertibili “equitylinked”,

prima degli effetti del rimborso anticipato di debiti e dei relativi strumenti di copertura avvenuto

nell’anno e prima delle altre partite straordinarie una tantum: + € 68,2 milioni rispetto a + € 50,1 milioni del

31 dicembre 2014.

 Risultato netto, dopo gli appostamenti contabili relativi ai prestiti obbligazionari convertibili “equity-linked”,

dopo gli effetti del rimborso anticipato di debiti e dei relativi strumenti di copertura avvenuto nell’anno e

dopo le altre partite straordinarie una tantum: – € 66,3 milioni rispetto a – € 231,6 milioni del 31 dicembre

2014.

 

L’Assemblea degli azionisti di Beni Stabili Siiq ha nominato il Consiglio di Amministrazione, i cui 9 componenti

rimarranno in carica fino all’approvazione del bilancio relativo all’esercizio 2018: Enrico Laghi, Christophe

Kullmann, Leonardo Del Vecchio, Jean Laurent, Françoise Debrus, Micaela Le Divelec Lemmi, Adriana Saitta e

Ariberto Fassati dalla lista presentata dall’azionista di maggioranza Foncière des Régions S.A. e Angelo Busani

dalla lista presentata da un gruppo di azionisti istituzionali di minoranza.

Il Consiglio risulta costituito, ai sensi della normativa vigente in materia e della Corporate Governance di Beni

Stabili Siiq, in maggioranza da Consiglieri indipendenti (E. Laghi, F. Debrus, M. Le Divelec Lemmi, A. Saitta, A.

Fassati e A. Busani ) e la componente femminile è pari al 33%.

A seguire si è tenuta la prima riunione del nuovo Consiglio di Amministrazione che ha confermato E. Laghi

quale Presidente e C. Kullmann quale Amministratore Delegato e, inoltre, sulla base delle dichiarazioni rese

dagli interessati, ha accertato la sussistenza dei requisiti di indipendenza, ai sensi della normativa vigente in

materia e della Corporate Governance di Beni Stabili Siiq, in capo ai sei Consiglieri sopra indicati.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre provveduto a nominare i membri dei seguenti Comitati che risultano

così composti:

 “Comitato Esecutivo e di Investimenti”: E. Laghi (Presidente, indipendente), C. Kullmann, J. Laurent, A.

Fassati (indipendente), A. Saitta (indipendente)

 “Comitato per le nomine e remunerazione”: E. Laghi (Presidente), M. Le Divelec e A. Fassati, tutti

indipendenti

 “Comitato controllo e rischi”: A.Busani (Presidente), A.Saitta, e A. Fassati, tutti indipendenti.

Il Consiglio ha anche nominato l’Organismo di Vigilanza della Società che risulta così composto: C.

Longari(Presidente), e Sabrina Petrucci (Internal Audit).

3 Il LTV è calcolato considerando il valore ipotetico delle imposte di trasferimento sugli immobili (4%) e i preliminari di vendita in essere.

Escludendo questi effetti, il LTV al 31 dicembre 2015 è pari al 52,7% (52,9% al 31 dicembre 2014).

 

L’Assemblea degli Azionisti ha deliberato la distribuzione di un dividendo pari a € 0,024 per azione,

corrispondente a € 54,4 milioni complessivi (55% del Risultato netto ricorrente), sulla base delle azioni emesse

al netto delle azioni proprie detenute in portafoglio. Il dividendo verrà messo in pagamento a partire dal 4

maggio 2016, contro stacco cedola n. 20 in data 2 maggio 2016. Si precisa che, ai sensi della normativa

vigente, la legittimazione al pagamento degli utili è determinata sulla base delle evidenze dei conti relative al

termine della giornata contabile del primo giorno di liquidazione successivo alla data di stacco della cedola

(record date: 3 maggio 2016).

Il dividendo distribuito, pari a complessivi € 54.447.163,27, è stato prelevato completamente dalla riserva

sovraprezzo azioni.

 

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress