Eurocommercial Properties : ottimi i risultati di fine anno 2015/16

L’anno finanziario 2015/16 è stato uno dei migliori nei 25 anni di storia di Eurocommercial. Grazie alle acquisizioni che hanno accresciuto i ricavi da canoni e grazie alla riduzione degli interessi passivi, il risultato della gestione diretta ha registrato un incremento del 17,6% fino a raggiungere € 102,8 milioni con un aumento per singolo certificato di deposito pari al 5,4% (€ 2,15). Il NAV rettificato ha registrato un aumento del 9,6% a seguito dell’incremento del valore di mercato degli investimenti immobiliari.

 

Sintesi dei risultati

 

Risultato della gestione diretta in crescita del 17,6%: rispetto allo scorso anno, il risultato della gestione diretta è aumentato del 17,6% (€ 102,8 milioni) al 30 giugno 2016, dovuto principalmente alle acquisizioni immobiliari e alla riduzione degli interessi passivi sui finanziamenti. Il risultato della gestione diretta per certificato di deposito è aumentato del 5,4% (€ 2,15). Net Asset Value corretto in crescita del 9,6%: il Net Asset Value corretto per singolo certificato di deposito era di € 43,00 al 30 giugno 2016, registrando un incremento del 9,6% rispetto a € 39,24 del 30 giugno 2015 e del 6,2% rispetto a € 40,49 del 31 dicembre 2015. Valutazioni immobiliari in crescita del 5,4%: il valore di mercato del portafoglio al 30 giugno 2016 è aumentato del 5,4% rispetto al 30 giugno 2015 e del 2,4% rispetto al 31 dicembre 2015. I valori sono aumentati del 8,0% in Francia, del 3,0% in Italia e del 6,2% in Svezia nel corso dell’anno. Le variazioni semestrali al 31 dicembre 2015 sono state del +3,6% in Francia, del +0,8% in Italia e del +3,6% in Svezia. Dividendo in crescita del 3,5%: proposta di aumento del dividendo annuale a € 2,05 rispetto a € 1,98 per certificato di deposito del 2014/15.

Vendite in crescita del 2,7%: Complessivamente le vendite realizzate nei centri Eurocommercial hanno registrato una crescita del 2.7% per i 12 mesi al 30 giugno 2016 rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Le vendite nei sei mesi al 30 giugno 2016 sono aumentate del 0.7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Aumenti del 10% su ricommercializzazioni e rinnovi: L’incremento dei canoni sia su ricommercializzazioni che su rinnovi è stato, nell’anno, pari al 10%. L’assenza di inflazione non ha generato indicizzazione dei canoni in nessuno dei tre paesi.

Ampliamenti e ristrutturazioni: Sono stati interamente affittati i 5.500m² di estensione di Chasse Sud, inaugurato a giugno 2016. Il progetto, del valore di € 10,2 milioni, ha portato ad un rendimento netto sui costi sostenuti per l’ampliamento dell’8%. Lavori di ristrutturazione sono stati completati anche a Val Thoiry e a Bergvik. Il progetto di 16.000m² di estensione ad Halmstad, avviato nel corso dell’anno, sta proseguendo come da programma, con il 90% della superficie già pre-affittata, in vista dell’apertura a fine 2017. Transazioni immobiliari: La società ha completato quattro acquisizioni nel corso dell’anno finanziario per un costo totale di quasi € 400 milioni. A ottobre 2015 Eurocommercial ha acquistato dal Gruppo Finiper il 50% del centro commerciale Fiordaliso di Milano e, a fine dicembre 2015, ha finalizzato l’acquisizione del centro Collestrada a Perugia. La società ha inoltre ampliato la proprietà di due immobili esistenti – Bergvik a Karlstad e I Gigli a Firenze – con

l’acquisizione in entrambi i centri commerciali degli ipermercati e della parte di galleria non di proprietà, rispettivamente nel mese di novembre 2015 e aprile 2016. Saint Doulchard a Bourges è stato venduto per € 42,2 milioni il 1° marzo 2016. E’ stato inoltre firmato da poco il contratto di vendita di Kronan a Karlskrona per SEK 185 milioni (€ 19,6 milioni). La vendita sarà completata il 30 settembre 2016.

 

Italia

 

Il principale contributo alla crescita dei canoni fatturati proviene dai 92 rinnovi e dalle ricommercializzazioni che hanno generato un aumento medio del 13%. In generale, i migliori risultati sono stati registrati da Cremona Po, Fiordaliso e Curno. L’incremento complessivo dei canoni, su base omogenea per i dodici mesi a giugno 2016, è stato dello 0,8%. L’inflazione media applicata ai canoni è stata dello 0,1% nel 2015 e rimarrà stabile nel 2016. Le vendite presso i centri commerciali sono risultate in forte crescita con un incremento medio del 3,7% nei dodici mesi a giugno 2016. I risultati migliori provengono da Fiordaliso (+8,3%), Collestrada (+5,2%), Carosello (+4,7%) e Cremona Po (+4,5%). L’incidenza media dei costi totali per l’affitto di un punto vendita all’interno dei centri commerciali di Eurocommercial, rispetto al fatturato, è stabile all’8,1%. Ad ottobre 2015 la Società ha acquisito il 50% del centro commerciale Fiordaliso a Milano ed a marzo 2016 il Retail Park adiacente, per un costo totale di € 135 milioni, con un rendimento netto iniziale di circa 5,8%. Il centro commerciale comprende più di 125 negozi ed un ipermercato con una superficie di vendita di 11,800m², non incluso nell’acquisizione. Eurocommercial è responsabile della gestione e della commercializzazione sia del centro che del retail park. A breve inizieranno lavori di ristrutturazione di una parte della galleria. Nel dicembre 2015 Eurocommercial ha acquisito anche il centro commerciale Collestrada a Perugia. La GLA totale del centro è di 28.000m², inclusi 11.045m² dell’ipermercato Ipercoop. La galleria comprende 50 negozi, tra cui Zara, H&M, Media World, Bershka e McDonald’s ed è il principale centro commerciale della zona, attraendo quasi cinque milioni di visitatori l’anno. Sono attualmente in corso i lavori di rinnovo della galleria ed è in fase di valutazione un progetto di ristrutturazione per un potenziale ampliamento del centro. Ad aprile 2016 la Società ha acquistato l’ipermercato (15.800m²) e 9.000m² di negozi situati nella galleria del centro commerciale I Gigli, divenendone proprietaria al 100%. L’ipermercato è stato successivamente ridotto di circa 10.000m² e riaffittato a PAM. I lavori di ristrutturazione per la riduzione dell’ipermercato e per parte della galleria esistente, che saranno convertiti in due grandi unità per Primark (uno dei primi in Italia) e per Zara, la cui apertura è prevista per metà 2017, stanno procedendo nei tempi previsti.

Nel corso dell’anno finanziario è stato siglato un accordo tra Carrefour e Carosello al fine di ridurre la superficie lorda dell’ipermercato da 28.000m² a 21.000m². La superficie ottenuta dalla riduzione è attualmente in fase di ristrutturazione e ospiterà nuovi negozi, tra i quali Coin e Scarpe & Scarpe. Tutti i nuovi punti vendita apriranno in autunno 2016.

 

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress