Terremoto: Assoimmobiliare, piu’ incentivi per messa in sicurezza. Ricostruzione : il pensiero ” personale” del Presidente Aldo Mazzocco

di Paola G. Lunghini

In data 24 agosto Assoimmobiliare, tramite il Presidente Aldo Mazzocco e il direttore generale Paolo Crisafi, ha espresso la più sentita solidarietà ai sindaci e ai prefetti delle città coinvolte nel sisma che ha interessato le Regioni del Lazio, dell’Umbria e delle Marche ricordando l’importanza in materia di sicurezza in Italia di un lavoro costante di riqualificazione del patrimonio costruito.

Da me interpellato in data 28 agosto circa la tematica ” ricostruzione”, Aldo Mazzocco ha dichiarato , a  titolo personale,  che a suo parere il modello di ricostruzione più rapido ed efficace e conservativo è quello del Friuli: si ricostruisce sul luogo, in certi casi pietra su pietra, con tecnologie antisismiche adatte alle cittadine italiane che in Italia sono state sviluppate e codificate da decenni.
Ma in Friuli ci fu anche una potente spinta alla ricostruzione da parte della popolazione. Che ha voluto ricostruire sul posto e lo ha fatto.
È molto più facile e meno origine di speculazioni, afferma  Mazzocco, dare sostegno e tecnologia alla popolazione locale che intervenire “dall’alto”, con la popolazione in ruolo (atteggiamento?) passivo…Un lavoro certosino, casa per casa, ma senza stravolgere le tipologie (come fecero a Longarone dopo il Vajont e nel Belice).
Questo , con l’ “umiltà di chi non ha visitato i luoghi”, conclude il Presidente di Assoimmobiliare.

Nella Nota  di Stampa  diffusa il 24  agosto, come detto sopra, Paolo Crisafi ha sottolineato che «occorre proseguire sulla scia dei provvedimenti positivi già avviati per la riqualificazione delle città e delle periferie, alimentando gli incentivi per la messa in sicurezza dei patrimoni immobiliari confermando ed estendendo quelli sulle ristrutturazioni, per il risparmio energetico e per la messa in sicurezza, anche sismica, dei grandi patrimoni immobiliari/condomini».
Il Real Estate rappresentato da Assoimmobiliare, ha aggiunto Crisafi, sente il tema della sicurezza, della professionalità e della qualità come i principali pilastri dell’azione dell’industria immobiliare :  «Se è vero, infatti, che tutta l’attività imprenditoriale ha di per sé una valenza sociale, è possibile affermare che quella immobiliare, per le esternalità che genera, deve trovare nell’etica, nella trasparenza e nelle buone pratiche internazionali, fondamenta irrinunciabili, concrete, operative e condivise».

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress