Lombardia, istruzione e ricerca . Maroni: “ Human Technopole” sarà un punto di riferimento mondiale

«L’area Expo dovrà avere un futuro adeguato, dato anche il successo di  Expo. Abbiamo l’ambizione di farne un punto di riferimento per l’innovazione e la ricerca, nel campo biomedico e della genomica, in Europa e nel mondo. E’ un’ambizione che possiamo coltivare, perchè ci sono tutte le condizioni per realizzarla, a Milano, in Lombardia e in Italia». Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, intervenendo, ieri mattina, a Cernobbio (Como), al Forum Ambrosetti 2016, dedicato al tema “Intelligence on the world, Europe and Italy. Lo scenario di oggi e di domani per le strategie competitive”. Il presidente ha preso parte al panel   “L’Italia nel quadro globale”, nel cui ambito si e’confrontato con il ministro dell’Istruzione, dell’università e della ricerca Stefania Giannini e con Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia di Genova,  moderati dal direttore del ‘Corriere della sera’ Luciano Fontana.

 

IN CAMPO ECCELLENZE MILANESI, LOMBARDE E ITALIANE – «Regione Lombardia – ha proseguito Maroni – sostiene anche economicamente il progetto di Human Technopole. Non e’ partito bene, a dirla tutta, perchè Renzi aveva annunciato a Milano che Human Technopole sarebbe stato realizzato dall’Iit di Genova e, nonostante la mia grande stima per Cingolani, pensare che l’ Iit di Genova insegni alle nostre Universita’ e ai nostri 500 centri di ricerca come si fa ricerca, mi sembrava un po’ strampalato. Abbiamo comunque subito rimediato, abbiamo convinto Renzi che il progetto andava bene ma andava integrato. Sono quindi, con lungimiranza e correttezza,  state coinvolte le Università di Milano, alcuni Ircc, che fanno ricerca e ora la squadra c’è  ed è  costituita da eccellenze, non solo milanesi e lombarde».

 

PROGETTO SI FARA’ – «Sono molto ottimista circa il fatto di riuscire ad attrarre i “cervelli”, posto che molti sono già qui, perche’ la Lombardia e Milano sono attrezzate da questo punto di vista – ha aggiunto il presidente -: siamo la Regione che, tra i Quattro Motori d’ Europa, ha saputo lo scorso anno attrarre i maggiori investimenti, abbiamo gli indici più alti di investimenti pubblici e privati in ricerca, Milano si sta posizionando in Europa come la capitale della ricerca biomedica, con il Cluster della Vita. Inoltre, il Governo ha garantito risorse adeguate, 500 milioni di euro l’anno, e c’ è grande collaborazione tra tutte le Istituzioni. Sono quindi certo che questo progetto così ambizioso si farà».

 

SPAZIO A UNIVERSITA’ E IMPRESE – « Non ci sarà però solo Human Technopole sull’area Expo, perché  l’area occupa 100 ettari – ha precisato ancora Maroni -, quindi si pensa di trasferire lì  parte dell’Università degli Studi di Milano, realizzare un grande e moderno campus universitario, tra i migliori in Europa. Come ci sarà  anche spazio per le imprese che vorranno partecipare alla realizzazione di questo grande progetto».

 

OLIMPIADI A MILANO PER NUOVI IMPIANTI SPORTIVI – «Poichè gli studenti abiteranno lì, occorrera’ prevedere anche impianti sportivi – ha concluso Maroni – quindi mi rivolgo ai rappresentanti del Governo; se Roma rinuncia alle Olimpiadi, facciamole a Milano, così risolviamo il problema».

 

Fonte : Regione Lombardia

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress