Mercato immobiliare logistico: World Capital presenta con Nomisma i dati del 1° semestre

Per meglio delineare il dinamico scenario vissuto oggi dal settore immobiliare logisticoWorld Capital, società italiana di consulenza e intermediazione immobiliare, avvalendosi del lavoro del proprio Dipartimento di Ricerca, del prezioso patrocinio di Nomisma, società di ricerca e consulenza, e del contributo diAssologistica, ha  presentato i dati del mercato immobiliare logistico del primo semestre 2016.

“In una fase di graduale miglioramento del mercato immobiliare italiano, - dichiara Luca Dondi, Managing Director di Nomisma - il settore logistico rappresenta un interessante punto di osservazione per valutare lasolidità delle prospettive di rilancio del nostro Paese. La collaborazione che da questa rilevazione del Borsinosi inaugura tra World Capital consente a Nomisma di disporre di una preziosa e affidabile base informativa su cui fondare le proprie valutazioni di scenario. ” 

 “L’immobiliare logistico, prevalentemente stabile nei trend, continua a vivere una fase di sviluppo einnovazione, che fa ben sperare in un’ulteriore crescita dell’intero settore. – dichiara Neda Aghabegloo, Responsabile Dipartimento di Ricerca di World Capital – La vincente sinergia sviluppata oggi con Nomisma e ilcontributo di Assologistica, non solo ci rendono particolarmente orgogliosi, ma ci permettono soprattutto di donare una visione di più ampio respiro dell’intero mercato.” 

Quello che emerge dai dati dei primi sei mesi del 2016 rilevati nella 21° edizione de Il Borsino Immobiliare della Logistica di World Capital, infatti, è uno scenario stabile del mercato logistico, che rispetto al semestre precedente, riscontra una progressiva crescita già in atto.

Per quanto riguarda i canoni di locazione, essi registrano variazioni leggermente positive per gli immobili nuovi al Nord, dove si raggiunge un massimo del 3% nelle città di Bergamo e Trento. Per quanto concerne ilCentro e il Sud la variazione registrata oscilla tra 3% e 6%, nelle location prime come Firenze, Pescara, Lecce, Nola, Caserta, Catania e Palermo.

Per i canoni di locazione degli immobili usati, invece, si riscontra un generale andamento stabile del mercato, fatta eccezione per il Nord, che registra variazioni semestrali positive da un 2,6% (Veneziafino aun 5,8% (Novara).

In gran parte delle location prime, i prezzi di vendita per gli immobili nuovi risultano invariati. Per gli immobili usati, invece, il trend risulta essere più dinamico specialmente al Nord, nelle città di Milano, Bologna, Bergamo e Piacenza, dove il range delle variazioni semestrali oscilla tra l’1% e il 4%.

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress