Alla Triennale di Milano la 13a edizione di Urbanpromo, quest’ anno denominato “Progetto Paese”

Smart city, trasformazione e rigenerazione urbana, social housing, marketing urbano, programmazione europea, energie e sostenibilità.
Sono i temi di riferimento della tredicesima edizione di Urbanpromo, iniziata l’8 novembre alla Triennale di Milano, organizzato dall’Istituto Nazionale di Urbanistica e da Urbit. La manifestazione  si  chiuderà la sera dell’11.
L’evento quest’anno è denominato “Progetto Paese” per sottolineare la connessione operativa con il Congresso dell’INU dello scorso aprile, che è stato incentrato sul percorso di rielaborazione degli strumenti e delle “priorità della disciplina dell’urbanistica e del governo del territorio.

Tra i numerosi incontri e approfondimenti in programma con i portatori di interesse, gli addetti ai lavori, i professionisti – ai quali fa da cornice la gallery online dei progetti già disponibile su www.urbanpromo.it, alla Triennale ci sono quelli che hanno al centro l’analisi dell’applicazioni concrete per la realizzazione delle smart city: il centro storico dell’Aquila e il lavoro di A2A, la possibilità di una nuova concezione che tenga conto del bene collettivo , le diverse modalità di gestione del ciclo dei rifiuti.

Sul versante della rigenerazione urbana , nel convegno “Rigenerazione 4.0″ della giornata di apertura , c’è stata una riflessione operativa promossa da INU, Urbit, Audis, Censu, Consiglio Nazionale Ingegneri, Federimmobiliare, Assoimmobiliare ( presente il Presidente Aldo Mazzocco),  e RICS sulle buone pratiche, i metodi da promuovere, gli ostacoli da superare nel settore. Previsti inoltre vari focus sui piani e le strategie di adattamento ai cambiamenti climatici e sull’efficientamento energetico nell’edilizia.
Il 10 novembre l’Istituto Nazionale di Urbanistica metterà a confronto i progetti di 18 città che hanno partecipato al bando periferie promosso dal governo nei mesi scorsi e CDP Investimenti SGR presenterà i progetti dei piani urbanistici per la riqualificazione delle caserme, gestite dal Fondo Investimenti per la Valorizzazione del patrimonio pubblico. L’11 novembre si parlerà sullo stato dell’arte del programma del Laboratorio sperimentale sulla rigenerazione urbana costituito nell’aprile dello scorso anno da ANCI e Confcommercio. In questo incontro saranno illustrati i primi interventi per il riavvio dei servizi commerciali e collettivi ad Amatrice, Accumoli e altri centri colpiti dal sisma nello scorso agosto al fine di favorire l’abitare.

Da segnalare inoltre la presentazione del progetto “Futur-E” da parte di Enel e  un incontro organizzato dal laboratorio Quali Velocità quali città (composto tra gli altri da Ministero delle Infrastrutture, Fs Sistemi Urbani e Anas) incentrato sulla definizione di un masterplan/action plan di tipo infrastrutturale per le città metropolitane che si riconnetta alle reti europee. Il 10 novembre Invitalia discuterà sul percorso che porterà alla riqualificazione dell’area di Bagnoli a Napoli e l’Agenzia per la coesione territoriale sul Pon Città metropolitane.

Come ogni anno ci saranno le premiazioni del Premio Urbanistica, e di Urban-promogiovani, il concorso internazionale rivolto agli studenti universitari di pianificazione e progettazione urbana di tutto il mondo (11 novembre). Nella giornata di chiusura si terrà inoltre il convegno “Un nuovo ciclo della pianificazione urbanistica tra tattica e strategia”, dove verranno presentati i contributi selezionati nell’ambito del call for papers promosso da INU e Urbit.

Fonte  : Elaborazione da una Nota  di  Urbanpromo Progetto Paese

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress