Presentato nel corso di un Convegno a Milano il Rapporto “ L’ efficienza dei progetti concessori” dell’ Osservatorio PA Locale – OPPAL

Nel corso del Convegno “ Aree Agricole Urbane ,Strategie e strumenti di valorizzazione rurale” ,  svoltosi lo scorso  23  novembre  a Milano, è stato presentato il Rapporto “ L’ efficienza dei progetti concessori”  , annualmente elaborato  dall’ Osservatorio PA Locale -OPPAL  del Politecnico di Milano,  con il patrocinio   di ANCI,  Assoimmobiliare, , Federimmobiliare e  Fondazione Patrimonio Comune.

Questa  volta  ( OPPAL  esiste dal 2008) l’ approfondimento è stato dedicato  al tema delle   Aree agricole  urbane, con particolare  riferimento  alle strategie e agli strumenti di valorizzazione  rurale.

Il campione di indagine  OPPAL  consiste nelle 118  pubbliche  amministrazioni locali  capoluogo di  provincia. Per l’ edizione  2016 hanno  aderito  il 55%  dei Comuni capoluogo  nel  Nord  Italia,  il 18%   di quelli del Centro, e il 28%  di quelli del  Sud  e Isole.

L’ analisi dei risultati   è stata organizzata in tre  sezioni : la prima parte  è relativa  alle risposte   date  dai Comuni  relativamente ai titoli  abilitativi   nei settori urbanistico ed  edilizio.  La seconda  parte  sintetizza  i risultati ottenuti  mediante una  classifica  di efficienza  delle PAL, e ne confronta  le performance   nelle nove  precedenti edizioni. L’ ultima parte  illustra  quanto emerso  rispetto al tema di approfondimento ( le  sopracitate aree  agricole  urbane  ).

« Un dato che  sicuramente  suscita  il maggior interesse  nell’ investitore è quello relativo  al tempo necessario per ottenere il permesso  di costruire »  si osserva  nel Rapporto. Il dato,  , ahimè, si sta  allungando :  il tempo medio -  sia per il  rilascio che per il diniego –  è stato di 97  giorni,  + 17  rispetto al  2014.

L’ Indagine  affronta poi    i valori medi  dei contributi per oneri  di valorizzazione, e le “ modalità  di promozione “ del territorio. E offre  infine  alcuni dati  quantitativi e  qualitativi  sulle aree agricole e i fabbricati rurali, da cui  risulta  che  i terreni agricoli sono in maggioranza  soggetti a vincolo.  E che  le destinazioni d’ uso   più “sponsorizzate” dalle PA  sono di carattere  culturale  o turistico.

 

Un’ ultima  annotazione.  Oltre  ai relatori  coinvolti  nel Convegno ( cfr  il Programma  qui   sotto)   ha partecipato a parte dei lavori anche  il Senatore  Vincenzo Gibiino, Presidente dell’ Osservatorio Parlamentare  sul Mercato Immobiliare .  ( PGL )

 

 

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress