RE Meeting di Assoimmobiliare a Roma

Si è svolto oggi a Roma  l’ incontro periodico tra  Real Estate e Istituzioni,  promosso da Assoimmobiliare e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Dipartimento politiche europee e dalla Fondazione Patrimonio Comune – Sistema ANCI, per l’adozione di standard e buone pratiche nazionali, europee e internazionali per  l’ immobiliare.

 

Dichiarazione di Paolo Crisafi, DG  Assoimmobiliare  :

 

E’ una giornata importante in cui i principali operatori del settore, le Istituzioni e gli esperti pubblici pongono le misure immobiliari quali priorità per il rilancio dell’economia e degli investimenti, per condividere norme prioritarie. L’adozione di buone pratiche per i servizi e la finanza immobiliare è ormai di primaria importanza anche per le Istituzioni e si auspicano interventi normativi migliorativi urgenti.

 

Dichiarazione di Sandro Gozi, Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri:

 

Il settore immobiliare è al centro dell’agenda governativa. Sono previsti, in particolare, piani per la riqualificazione degli immobili e delle periferie, per la prevenzione del dissesto idrogeologico e per la ricostruzione post-sismica. Siamo convinti che le infrastrutture e il patrimonio immobiliare e artistico ricoprano un ruolo chiave per l’ammodernamento del Paese. Le importanti iniziative promosse da Assoimmobiliare con partner istituzionali testimoniano il grande impegno comune per la rivitalizzazione del settore. È importante che si prosegua la strada di ammodernamento e adozione dei migliori standard internazionali, per allinearci ai mercati esteri più performanti, tematiche a cui il Dipartimento per le politiche europee è molto sensibile; e ciò per rendere anche l’impianto normativo italiano relativo al settore immobiliare in linea con gli altri Stati.

 

Saluto di Pier Paolo Baretta, Sottosegretario Ministero Economia e Finanze :

 

Seguo sempre con attenzione le problematiche relative ai temi della finanza e dei servizi immobiliari e, in particolare, le disposizioni per la “manutenzione”

del regime SIIQ e di permeabilità tra Fondi e SIIQ, le misure per riorganizzare la disciplina dei Fondi Immobiliari, la norma interpretativa dell’imposta fissa di registro relativa agli apporti e la tematica degli esperti indipendenti.

In un momento nel quale si intravede – con difficoltà, ma con fiducia – una progressiva uscita dalla crisi economica, il ruolo del settore è decisivo.

È necessario, quindi, uno sforzo comune e congiunto con l’industria immobiliare – rappresentata da Assoimmobiliare – per il rilancio della nostra economia : obiettivo al quale contribuisce anche l’ odierna iniziativa.

 

Dichiarazione di Simona Vicari , Sottosegretario Ministero Infrastrutture e Trasporti:

 

Ammonta a circa  135 miliardi  il costo dei danni provocati dagli eventi sismici degli ultimi 40 anni sul patrimonio edilizio residenziale pubblico in Italia, un patrimonio caratterizzato da una bassa resistenza  a scosse sismiche, da una scadente qualità dei materiali e da errate modalità di costruzione. Per questo il Governo, con l’ultima legge di bilancio, ha proseguito il percorso verso la sicurezza delle abitazioni pubbliche e private  incrementando ulteriormente il  “bonus sismico”  fino all’85% ed estendendolo anche alle seconde case.  Non solo, nella stessa direzione e  nell’ottica della salvaguardia ambientale, è stato dato nuovo impulso anche al bonus energetico per i condomìni fino al 75% . Inoltre sono state impegnate fino al 2024  nuove risorse ( circa 500 milioni di euro per il recupero degli alloggi sfitti del patrimonio Ater .  Da troppo tempo il nostro Paese risultava privo di una politica concreta nel comparto abitativo in grado di risolvere i tanti nodi che condizionano negativamente il settore.

Fonte : elaborazione da  Note  di Stampa  di Assoimmobiliare

 

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress