RE Meeting” promosso da Assoimmobiliare a Roma, le parole del Presidente Mazzocco e di alcuni altri partecipanti

 

Si è tenuto ieri a Roma  il RE Meeting , incontro periodico tra immobiliare e Istituzioni per l’adozione di standard e buone pratiche nazionali, europee e internazionali per il Real Estate, promosso da Assoimmobiliare e patrocinato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, dal Dipartimento politiche europee e dalla Fondazione Patrimonio Comune – Sistema Anci.

 

Dichiarazione  di Aldo Mazzocco, Presidente Assoimmobiliare:

La seconda sessione degli incontri periodici tra Soci Assoimmobiliare, Istituzioni e Rappresentanze pubbliche, tenutosi oggi a Roma, segue un ritmo di una consuetudine al dialogo e al confronto, tra operatori del mercato immobiliare e soggetti pubblici, ugualmente operativi nel mercato o nel quadro di contorno, consuetudine che ci auguriamo possa incardinarsi a supporto di una ripresa e di una semplificazione dell’attività immobiliare”.

 

Dichiarazione di Gioacchino Alfano, Sottosegretario Ministero della Difesa:

Il nostro compito è quello di perseguire la strada della messa in sicurezza degli immobili, soprattutto in seguito agli ultimi eventi sismici e alla sciagura dell’Hotel Rigopiano, occorrerà lavorare per rivedere anche l’intero sistema di prevenzione. La Difesa continua nel percorso di razionalizzazione e dismissione degli immobili per dare vita a nuovi processi di valorizzazione. Esempio positivo è il Bando sui fari fatto con il Demanio. La rivoluzione epocale in atto nel campo immobiliare è, quindi, in mano ai sindaci e all’imprenditoria privata, una partnership virtuosa che consentirà economie alla PA e creazione di nuovi posti di lavoro. E in tale ottica stiamo prendendo parte attivamente a questi incontri di confronto e dialogo promossi con successo da Assoimmobiliare, perché crediamo nella necessità di rafforzare ulteriormente la reciproca conoscenza e la messa a fattor comune del know-how tra Pubblico e Privato.

 

Dichiarazione  di Dorina Bianchi, Sottosegretario Ministero Beni Culturali :

L’obiettivo del MiBACT con il Piano Strategico del Turismo è introdurre la sostenibilità come asse portante del settore con effetti positivi sulla qualità della vita e dell’ambiente. Tutto il patrimonio italiano, anche quello minore, dove si concentra l’interesse degli investitori internazionali, può essere valorizzato sotto l’aspetto turistico. Nella strategia che abbiamo messo in campo la riqualificazione dei beni del demanio riveste un ruolo importante nello sviluppo della ricettività in chiave sostenibile. Un esempio è il Progetto sulle case cantoniere che valorizza e dona una nuova vita a edifici tipici del territorio italiano e crea un’opportunità per i nuovi imprenditori, oppure il bando per la riqualificazione dei fari che permetterà di riconsegnare questi beni alla comunità, riattivando le economie locali. Anche la tax credit per la riqualificazione alberghiera è uno strumento che rientra in quest’ottica e che, con nostra grossa soddisfazione, ha avuto nello scorso anno un grosso successo e che siamo sicuri verrà replicato.

 

Dichiarazione  di Alberto Miglietta, AD Coni Servizi:

Coni Servizi ha avviato un fondamentale percorso sinergico con le Amministrazioni pubbliche per ottimizzare le risorse, utilizzando uno schema d’azione che contribuisce a perseguire un obiettivo comune. Lo sport può infatti recitare un ruolo nevralgico nel recupero di strutture dismesse e nella riqualificazione di intere aree, generando un valore sociale e culturale nell’interesse collettivo.

Le sinergie tra sport e immobiliare hanno dato prova di esempi virtuosi nella riqualificazione di aree e/o strutture e la collaborazione in particolare tra Assoimmobiliare e Coni costituisce un momento di sintesi delle migliori rispettive competenze.

 

Dichiarazione di Gianfranco Torriero, Vice DG ABI:

In un contesto macroeconomico segnato da segnali di ripresa stiamo assistendo all’accelerazione del numero complessivo di transazioni immobiliari accompagnate da andamenti sempre più positivi del segmento dei mutui residenziali alle famiglie.

Assume un significato importante tutto il lavoro congiunto tra ABI e i principali operatori del mercato sulle valutazioni immobiliari a garanzia delle esposizioni creditizie e, da ultimo, sulle valutazioni immobiliari a garanzia dei crediti deteriorati per favorire una ulteriore efficienza delle procedure di vendita.

 

Fonte : Assoimmobiliare

 

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress