IL NUOVO HEADQUARTERS BNL GRUPPO BNP PARIBAS DI ROMA VINCE IL PREMIO DI ARCHITETTURA “SMART BUILDING 2017”

Nuovo riconoscimento per Palazzo “Orizzonte EUROPA”, il nuovo immobile sede della Direzione Generale di BNL Gruppo BNP Paribas. L’edificio, realizzato da BNP Paribas Real Estate su progetto dello studio di architettura Alfonso Femia Atelier(s), ha ottenuto il premio di architettura “Smart Building” nella categoria Terziario/Uffici.

 

Il riconoscimento conferito dallo Smart Building Expo, in collaborazione con la rivista The Next Building, ha interessato le opere realizzate in Italia e ultimate dal primo gennaio 2013 al primo luglio 2017. Il premio vuole promuovere l’architettura Smart attraverso la valorizzazione dei suoi attori principali stimolando la riflessione intorno al concetto di smart building come motore e volano di criteri progettuali per il risparmio energetico, la gestione, il comfort e la sostenibilità complessiva.

 

Il prestigioso riconoscimento conferito a Palazzo “Orizzonte EUROPA” è arrivato al termine di un’attenta analisi condotta da una giuria composta da Tiziana Maffei (ICOM Italia), Ludovico Solima (Università della Campania “Luigi Vanvitelli”), Roberto Vogliolo (SIEC), Domenico Lunghi (Fiera Milano), Ingrid Paoletti (Politecnico di Milano), Luca Baldin (Smart Building Expo), Roberta De Ciechi (The Next Building) e Maria Grazia Mattei (Mattei Digital Communication).

Secondo i membri del collegio giudicante, «alla nuova sede di BNL di Roma va il merito di essersi imposta in una categoria con una concorrenza molto agguerrita; gli edifici a uso direzionale, infatti, costituiscono oggi una delle palestre privilegiate nella sperimentazione dell’uso delle nuove tecnologie in ambito edilizio. Al di là del valore iconico dell’architettura che colpisce i milioni di viaggiatori che transitano per la stazione di Roma Tiburtina, l’edificio è frutto di una progettazione autenticamente contemporanea, ovvero condivisa e plurale che, proprio in virtù di questa pluralità, ha consentito di raggiungere l’obiettivo posto della certificazione Leed Gold Core & Shell grazie a un uso intelligente e massiccio della tecnologia che si dimostra strumento essenziale per il benessere e l’efficienza dei luoghi di lavoro».

Con una superficie costruita di circa 75.000 mq, l’edificio di 12 piani fuori terra e 4 interrati, presenta un design originale e innovativo per integrarsi nel contesto urbanistico circostante, conferendo all’area una modernità cui già ha contribuito la stazione dell’Alta Velocità intitolata a Camillo Benso Conte di Cavour e progettata dallo studio ABDR Architetti Associati in Roma.

 

L’immobile è stato concepito secondo i più moderni principi dello smart working, inteso come nuova modalità di lavoro, con spazi moderni e aperti, e ampie zone condivise. Oltre agli uffici, che ospitano oltre 3.400 persone, l’edificio dispone di vari servizi tra cui: un centro di formazione, un auditorium, un ristorante aziendale, un ambulatorio, sale training, parcheggi, un asilo e una palestra, questi ultimi di prossima apertura. Tutto ciò per rendere il luogo di lavoro sempre più in linea con i moderni principi del welfare aziendale. L’opera si caratterizza, inoltre, per l’elevata sostenibilità ambientale dell’immobile certificato in classe A e Leed Gold, abbattendo i consumi energetici rispetto a un edificio tradizionale.

 

Nel mese di ottobre 2017 Palazzo Orizzonte EUROPA” ha ottenuto dal German Design Council l’Iconic Awards 2017 come “Best of the Best/Architecture”. Il riconoscimento è stato conferito da una giuria internazionale composta da prestigiose firme dell’architettura e del design come Michel Casertano, Marco Dessí, Louise Kiesling, Andrej Kupetz, Silvia Olp, Linda Stannieder e Stefan Weil.

 

In precedenza, a luglio 2016, il palazzo aveva ricevuto un altro ambito riconoscimento – il Premio “The Plan 2016” – come miglior sviluppo immobiliare a uso uffici. La giuria internazionale – composta dagli architetti Mario Cucinella, Kim Nielsen, Boris Podrecca, Raymund Ryan, Bernard Tschiumi, Li Xiangning – aveva decretato il successo dell’edificio di Roma al termine di un processo di valutazione su 500 progetti provenienti da tutto il mondo.

 

Fonte : Company

 

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress