Beni Stabili conferma la strategia di concentrazione sul segmento office a Milano

di Paola G. Lunghini

 

Incontro Stampa informale, ieri   10 gennaio – presso  la  sede  milanese  di Beni Stabili  -  con Alexei Dal Pastro,  Direttore  Generale della  SIIQ  della  quale   Leonardo  Del Vecchio  è azionista  di riferimento.

 

Il  giovane  manager  ( poco più  che  quarantenne,  dirige  la  Società  dall’ estate  2016)   ha  fatto il punto della  situazione ,  in attesa  dei dati ufficiali 2017 che saranno  diffusi  il prossimo   6  febbraio. Le  cose  vanno bene ,  e  la  strategia  è  confermata    :  concentrazione  sul  target  uffici   efficienti  e  moderni  ,  e  dismissione  “  con calma” e senza  pressioni  del patrimonio retail  , cioè  cinque  centri  commerciali oltre  al  Coin  Excelsior , sito in Galleria  del Corso  a  Milano .  Per  la  vendita ,   si farà  forse  un  unico pacchetto  , del valore totale  di circa   300 milioni di euro (  il solo Excelsior    “  pesa”  per  un centinaio)  . Per  il 2020/21  si  dovrebbe  poter  raggiungere  l’ obiettivo   solo  uffici,  con  “ peso  Milano”  pari all’ 80% .

A  buon punto  sono le  iniziative  di  valorizzazione  di alcuni i immobili   a uffici  di proprietà  a Torino  e Milano  , tra  cui spicca  quello  sito in via   Principe  Amedeo   (  di fronte  al  Consolato USA)  oggetto anche  di un sopralzo , qui il  canone   richiesto  è  di  480 mila  euro al metro  quadro/ anno.

La  domanda   c’è,  ha  osservato  Dal Pastro,  ma  si  rivolge  prevalentemente  verso immobili   di vera  qualità,  cioè  proprio  ciò  che  Beni Stabili  già  possiede  e/o “  trasforma”.   La  “  soddisfazione”  -  il  coefficiente  di   occupazione finanziaria   sul portafoglio  “  group  share”  raggiunge  il 95%  , escludendo  gli sviluppi -  trova  conforto anche in altri dati :  nei primi  nove  mesi del  2017    la  Società  ha  formalizzato  ben  28  nuovi  contratti  di locazione,   20  rinnovi,  e  sei  accordi  preliminari   su  progetti in via  di sviluppo.    ( Molti altri numeri  si trovano nella  Nota  diffusa  dalla  SIIQ   in data  24  ottobre 2017).

 

Circa  il progetto  “Symbiosis”  (  l’ imponente  development  sito  a  fianco della  Fondazione  Prada  in zona   Ripamonti/ Romana  a  Milano ) , verrà   consegnato a  primavera a  Fastweb    l’ immobile  (  circa  20 mila  metri quadri)   che  sarà  il nuovo HQ   dell’ azienda  di  telefonia . L’ entrata   dei  dipendenti , circa  1.500  avverrà   (  a  scaglioni)  dopo l’ estate .

 

Sull’ area  ( che  consente  una  edificazione  complessiva  di oltre  100 mila  metri quadri)  ci sono due  trattative  importanti in corso  (  una  per  circa  20 mila  metri quadri, e  un’ altra   “  più  piccola” ,   fingers  crossed  !!! ) . Ed è allo studio una iniziativa  di smart  mobility   (  con Comune, ATM e  Fondazione Prada)  , per la  creazione di uno  shuttle  di  collegamento  con  la   MM   stazione Lodi, gestito da  ATM :  piccoli  bus  elettrici   per  20 passeggeri ,  e  senza  conducente  . Si spera  di poter  iniziare  il servizio  fra  12/15  mesi , un  investimento  – secondo  Beni Stabili –   di circa   a  10  milioni, ma  strategico  per  la  fruibilità  dell’ area e  dunque  per  la  città di Milano ,  di cui Beni Stabili si  “ sente”  partner.

 

Con un patrimonio di 4 miliardi di euro, Beni Stabili è protagonista del mercato immobiliare italiano e vanta

un portafoglio di immobili situati in zone strategiche delle principali città del Nord e Centro Italia, costituito

prevalentemente da uffici. L’ obiettivo è la valorizzazione degli immobili per aumentarne la redditività e

creare valore per i  clienti, i  partner e gli  azionisti.

Quale operatore leader nell’investimento e nello sviluppo di spazi per uffici,  Beni Stabili promuove soluzioni

avveniristiche  volte  a  ottimizzare  la performance ambientale dei suoi  edifici per il benessere di chi lavora

negli spazi locati . Con questo intento sta sviluppando a Milano una nuova area

direzionale dedicata allo smart-working: il progetto Symbiosis.

Beni Stabili è quotata alla Borsa di Milano e di Parigi e opera attraverso due sedi operative, Roma e Milano.

Beni Stabili appartiene al gruppo Foncière des Régions, operatore leader del mercato real estate europeo

che possiede e gestisce un portafoglio di 18 miliardi di euro costituito da immobili situati nelle aree

metropolitane di maggior attrazione di Francia, Germania , Italia e Spagna.

 

 

Nell’ immagine, lo “  stato  di avanzamento”  dei lavori all’ HQ  di Fastweb  (  la  foto è stata  scattata  in data  9  gennaio 2018,  courtesy  Alexei Dal Pastro)


Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress