RICS firmatario delle Linee Guida ABI per la valutazione degli immobili a garanzia dei crediti inesigibili

RICS, insieme ai principali operatori e associazioni di mercato, ha sottoscritto il documento dell’ABI contenente le Linee Guida per la valutazione degli immobili a garanzia dei crediti inesigibili.

Si tratta di un nuovo strumento per favorire la trasparenza e la correttezza delle valutazioni degli immobili oggetto di procedure esecutive giudiziali e stragiudiziali.

Le Linee Guida di ABI recepiscono le indicazioni della BCE, già contenute nelle “Linee Guida per le banche sui crediti deteriorati (NPL)” e che stabiliscono espressamente la necessità di adottare elevati standard valutativi come quelli promossi anche da RICS nel proprio Red Book.

Il documento ABI è il frutto di un lavoro congiunto, in cui tutti gli stakeholder hanno dato il proprio contributo. Siamo molto soddisfatti di questo risultato che rappresenta un importante passo, compiuto in maniera sinergica da una così ampia rappresentanza del settore, nella direzione di un mercato sempre più trasparente e sempre più allineato a standard e regole condivise nella valutazione immobiliare come quelle che RICS promuove a livello internazionale”, ha dichiarato Daniele Levi Formiggini, MRICS e Presidente di RICS Italia.

Oltre a delineare le principali caratteristiche del mercato delle procedure giudiziarie, il documento dà importanti indicazioni operative a chi si trova a valutare beni a garanzia di crediti inesigibili; il documento presenta  un focus sugli “immobili speciali”, tra i quali vengono citati:

 

Strutture commerciali destinate alla GDO

Hotel e strutture ricettive in genere

Sviluppi immobiliari

Aziende agricole

Si tratta di asset complessi, per la valutazione dei quali devono essere messe in campo conoscenze approfondite dei relativi mercati di riferimento e specifici approcci metodologici.

Il lavoro per la definizione delle Linee Guida ABI è stato possibile grazie alla collaborazione tra tutte le parti chiamate in causa che hanno lavorato con un confronto aperto e costruttivo. Siamo particolarmente soddisfatti di aver potuto mettere le nostre competenze specifiche a supporto del tavolo di lavoro, soprattutto portando contributi sugli approfondimenti tecnici e valutativi che il documento ha affrontato e che i numerosi partecipanti hanno condiviso”, ha dichiarato Simone Spreafico, MRICS e Coordinatore Professional Group Valuation RICS.

Fonte : RICS

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress