Assoimmobiliare incontra il Presidente Tajani

Molte  personalità del mondo accademico, economico e politico hanno preso parte, il 1  marzo, all’incontro tenutosi a Roma alla Link Campus University   : “L’Europa, l’Italia e la politica mondiale: proposte e risposte”, cui  è intervenuto il Presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani , il quale ha presentato la testimonianza della sua significativa esperienza nelle Istituzioni europee (Tajani prima di assumere la Presidenza del Parlamento nel 2017, è stato Commissario europeo dal 2008 al 2014 con la responsabilità ai Trasporti e successivamente all’Industria, ndr).

Tra i presenti che, al termine dell’incontro, si sono potuti intrattenere con Tajani per un  “confronto ravvicinato” , anche il Direttore Generale di Assoimmobiliare Paolo Crisafi, il quale  ha  affermato che
«la centralità dei temi legati all’immobiliare italiano in relazione allo scenario europeo e mondiale richiede un coordinamento e una programmazione di attività fra la filiera del Real Estate e le Istituzioni nazionali ed europee volti a garantire una prospettiva solida all’Italia e all’Europa. La collaborazione – come verificato anche oggi con il Presidente Tajani – è non più solo auspicabile, ma concretamente possibile. Dal canto nostro, abbiamo già dimostrato come il rapportarci costantemente con il Pubblico attraverso tavoli tecnici, normativi e politici, riesca a produrre risultati positivi a vantaggio del Paese. Siamo qui per evidenziare ancora una volta, al cospetto di importanti esponenti delle Istituzioni -, come nei processi economici la trasversalità del Real Estate sia determinante nel produrre valore, nei suoi andamenti reali così come nel suo insieme sinergico e coeso»..
«Operiamo come Associazione – ha affermato Crisafi  - per coinvolgere il Pubblico a tutti i livelli promuovendo la creazione di  piattaforme condivise finalizzate a dare massima riconoscibilità ed evidenza ai temi caldi dell’immobiliare. Possiamo mettere a disposizione del Pubblico la nostra capacità di finalizzarci su soluzioni concrete e tecnicamente perseguibili. Abbiamo verificato con il Presidente Tajani in più di una occasione che vi è la necessaria apertura ad accogliere le istanze dell’Associazione nonché la volontà di proseguire il cammino intrapreso nel creare momenti di progettualità condivisa e nel calcare la strada non solo di una maggiore razionalizzazione normativa ma anche della individuazione di soluzioni valide per favorire la ripresa».
«A livello europeo – ha concluso Crisafi – il ruolo dell’industria immobiliare può diventare massimamente strategico quando si toccano i grandi temi dello sviluppo urbano, della sostenibilità ambientale, dell’energia, della digital transformation, della qualità della vita tout-court con ricadute significative sui cittadini. Si pensi all’occupazione e alla crescita dell’economia, questioni centrali per le quali il Reale Estate può fare moltissimo se messo nelle condizioni di operare in un contesto che ponga al centro la semplificazione, le norme certe, l’ottimizzazione dei processi e non da ultimo la legalità».

 

*****

Si è concluso il 2  marzo a Roma , con la presenza del Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani,  il ciclo di incontri organizzati dal Canova con le principali istituzioni e forze politiche in vista delle Elezioni politiche e regionali del 4 marzo. Per l’Industria Immobiliare era presente il Direttore Generale di Assoimmobiliare Paolo Crisafi.

L’incontro fra Tajani e Crisafi all’indomani di quello avvenuto il 1  marzo  alla Link Campus University, è stato un ulteriore momento di confronto sul tema dell’immobiliare italiano in rapporto al contesto  comunitario.

Tajani, soffermandosi sul tema delle politiche industriali, ha dichiarato: «Vi è una totale sintonia nel considerare l’industria immobiliare come un’opportunità a livello europeo anche per la creazione, nel nostro Paese, di politiche industriali che pongano al centro l’immobiliare. Su questo si innestano i temi delll’armonizzazione fiscale fra i Paesi membri e la necessità di sostenere i processi di semplificazione amministrativa orientati a rendere più efficiente il sistema Paese».

«Anche nel campo dell’efficienza energetica e della conseguente riqualificazione del patrimonio costruito esistente – ha fatto presente Paolo Crisafi dg Assoimmobiliare -, l’Unione europea può rappresentare un incentivo verso l’adozione delle migliori pratiche internazionali. Fondamentale armonizzare gli strumenti finanziari immobiliari con quelli dei Paesi più evoluti».

Nella  foto,  Paolo Crisafi  (  a  sinistra) ,  con Antonio Tajani

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress