Generazione ‘casa taxi’, cosa cercano i millennials : lo spiega DoveVivo

Da un lato oltre 600mila studenti fuori sede non pendolari* e altrettanti lavoratori ‘mobili’ che cercano (a volte disperatamente) un alloggio, dall’altro appartamenti sfitti lasciati ad ammuffire da proprietari stanchi di beghe di ogni tipo: è uno dei tanti gap all’italiana. I primi sono disposti a spendere anche cifre esorbitanti per alloggi che spesso sono veri e propri tuguri; i secondi rinunciano a mettere a reddito un immobile, spaventati da inquilini non solventi e turn-over costante degli affittuari, che spesso si lasciano alle spalle appartamenti ‘ammaccati’ e bollette non pagate.

Uno scenario bizzarro, frutto di una società in profondo cambiamento e sempre più ‘liquida’, al quale ha risposto con successo DoveVivo, azienda lanciata 11 anni fa da Valerio Fonseca e William Maggio – provenienti dal mondo della finanza l’uno e del marketing l’altro –  che hanno messo a punto una formula che piace a proprietari e inquilini e offre a entrambi una soluzione chiavi in mano.

La filosofia dell’azienda è semplice e punta su una formula ‘no stress’: la società prende in affitto gli immobili dai proprietari, li ristruttura ricavandone appartamenti che rispondono perfettamente alle esigenze di studenti e giovani lavoratori ai quali subaffitta. La formula è piaciuta a molti, tanto che l’azienda gestisce oggi oltre 600 appartamenti, con 2.500 stanze e dal 2007 ha dato alloggio a più di 12.000 inquilini tra Milano, Bologna, Roma, Torino e Como. Premiata dal Financial Times – che l’ha inserita tra le 1.000 società europee top per tasso di crescita nel 2017 – e selezionata tra le 23 italiane ammesse al prestigioso programma Elite di Borsa Italiana, DoveVivo ha 70 dipendenti e un fatturato in crescita del 38% in media all’anno dal 2013, con una previsione di fatturato di 21 milioni per il 2018 e 50 milioni al 2022.
Un business che cresce perché risolve un doppio problema.

L’inquilino ha il vantaggio di entrare in appartamenti che vengono ristrutturati e ammodernati anche negli arredi, con impianti a norma e ‘benefit’ vari: camere confortevoli, servizi comuni come il wi-fi e varie attrezzature, un team di manutentori per ogni eventuale problema e un servizio di assistenza 24/7 che garantisce la massima serenità ai giovani affittuari (e ai loro genitori). Gli affittuari sono spesso ragazzi alla prima esperienza di vita ‘fuori casa’: DoveVivo offre loro stanze in zone centrali e vicine all’università (che è difficile permettersi se non in condivisione), assistenza e supporto, con un contratto all inclusive ‘senza pensieri’ legati alla gestione della casa.

Il proprietario al tempo stesso è ‘al riparo’ da ogni rischio insolvenza, abbandono anticipato ed eventuali danni all’immobile, grazie ad un canone certo pre-concordato, che gli garantisce un vantaggio economico di oltre il 30% in otto anni rispetto alla classica conduzione, frutto di una gestione manageriale che elimina lo sfitto, i costi di intermediazione, di cambio inquilino e i premi assicurativi. Tutti gli aspetti relativi alla gestione dell’inquilino sono a carico di DoveVivo: condurre in visita i potenziali inquilini, portare a termine la trattativa, attivare le utenze e tutte le pratiche burocratiche, rispondere alle richieste degli affittuari e dialogare con gli amministratori di condominio e i singoli condomini.

‘Siamo cresciuti velocemente perché abbiamo colto un cambiamento in atto nella società – spiega l’Amministratore Delegato Valerio Fonseca – Viviamo tempi liquidi: i nostri inquilini, quasi equamente distribuiti tra studenti e lavoratori, sono millennials che non solo per motivi di natura economica cercano soluzioni pronte, all inclusive e flessibili. Fanno fatica a pensarsi stabilmente in un posto, pronti a cogliere ogni nuova opportunità, ma al tempo stesso in cerca di un alloggio che nel periodo che li accoglierà possano sentire davvero ‘casa’. Una ‘casa taxi’, per usare una felice espressione coniata da Nomisma’, con servizi e senza problemi’.

Prossimi obiettivi dell’azienda sono crescere nelle piazze già presidiate, espandersi in altre città e lavorare non solo con i privati, ma anche con fondi e investitori istituzionali, ai quali la Società è in grado di garantire alti rendimenti e una gestione sicura.

‘Smart&student-housing – continua il Presidente William Maggiosono oggi asset interessanti anche per i grandi investitori, alla ricerca di operazioni sicure, con un alto rendimento. Su questo puntiamo per continuare a crescere, oltre che sull’apertura in nuove piazze e sulla fiducia crescente che i proprietari ripongono in noi. Il 96% dei proprietari dei nostri appartamenti si dichiara pienamente soddisfatto della propria scelta, non solo sollevato dalle incombenze legate alla gestione degli inquilini, ma anche per le migliorie apportate all’appartamento, che accresce il proprio valore di mercato’.

DoveVivo nasce nel 2007 da un’idea imprenditoriale di Valerio Fonseca e William Maggio e da allora porta avanti un progetto innovativo che offre una formula senza pensieri a chi vuole affittare il proprio immobile e, allo stesso tempo, a chi cerca soluzioni abitative per la vita in condivisione. Non un’agenzia immobiliare, ma una società di gestione di immobili, con un modello semplice: prende in locazione appartamenti di proprietari privati con contratti di lungo periodo e, successivamente, affitta le singole camere a studenti e giovani lavoratori. Il tutto garantendo sempre eccellenza e qualità. Con un team di 70 persone ed un giro d’affari previsto per il 2018 di 21 milioni di euro, in ulteriore sensibile crescita rispetto al 2017 (15,7 milioni) è stata inclusa dal Financial Times nella classifica delle 1.000 imprese europee che sono maggiormente cresciute nel quadriennio 2012-2015.  L’azienda è partecipata da un pool di investitori di primissimo ordine che detiene il 20% del capitale, tra cui anche Roberto Nicastro (ex DG Unicredit) e Maurizio Cereda (ex Vice DG Mediobanca).
web: www.dovevivo.it

*dati  Nomisma, “Student Housing in Italia e all’estero” -  gennaio 2018

 

Fonte :  Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress