Beni Stabili SIIQ: affitti dei primi tre mesi del 2018. Accelerazione sui progetti di sviluppo

HIGHLIGHTS OPERATIVI DEI PRIMI TRE MESI DEL 2018

Successo dell’attività locativa e importanti accordi preliminari di locazione

_ cinque nuovi contratti per €0,5 milioni di canoni annualizzati (1.700 mq); 6 rinnovi per €1,2 milioni di canoni

annualizzati (5.200 mq); 2 contratti preliminari2 (pre-letting) per €2,8 milioni di canoni annualizzati;

_ Il tasso di occupazione finanziaria group share è pari al 96,3% sul portafoglio totale e al 95,3% sul

portafoglio uffici escluso Telecom Italia (+0,2 punti rispetto a dicembre 2017);

_ Durata media residua dei contratti alla prima break-option di 6,8 anni group share;

_ I progetti di sviluppo approvati sono aumentati a €384 milioni, di cui il 59% è già oggetto di contratti

preliminari di locazione (circa €14 milioni di canoni annualizzati);

_ Approvazione dell’intero progetto “The Sign”, Milano.

Diversificazione dei tenant attraverso la cessione del 9% di Central SICAF

_ Cessione del 9% della SICAF (Central SICAF) completata nel primo trimestre 2018, con un tasso di

rendimento medio lordo del 6,4% ed equivalente a circa €140 milioni di vendite di immobili.

Dinamica attività finanziaria per un profilo finanziario più solido

_ Rimborso del prestito obbligazionario ”senior unsecured” di €350 milioni, cedola 4,125% e scadenza 22

gennaio 2018;

_ Emissione di successo, a febbraio 2018, di un nuovo prestito obbligazionario “rated unsecured” per €300

milioni con scadenza 10 anni e cedola 2,375% (133 bps sul tasso swap di riferimento);

_ Esercizio dell’opzione di rimborso anticipato relativa al prestito obbligazionario di €250 milioni, cedola 3,50%

e scadenza 2019, puntualmente ripagato a marzo 2018.

PRIMO TRIMESTRE 2018 – Ricavi da locazione: €52,0 milioni

I ricavi lordi di locazione ammontano a €52,0 milioni nei primi tre mesi del 2018 (contro €50,9 milioni nei primi

tre mesi del 2017). Questa variazione è principalmente dovuta ai seguenti avvenimenti:

_ +€2,1 milioni relativi ad acquisizioni di immobili, con riferimento, in particolare, al portafoglio Creval;

_ -€2,1 milioni relativi ad immobili venduti nel 2017 o oggetto di contratto preliminare di vendita;

_ +€0,7 milioni legati all’impatto netto della gestione locativa dove le variazioni positive, derivanti dai nuovi

contratti relativi sia ai progetti di sviluppo consegnati che al portafoglio stabilizzato, hanno più che

compensato l’impatto negativo di rilasci immobiliari, rinegoziazioni o estensione di contratti di affitto di

immobili non-core;

_ +€0,4 milioni connessi all’indicizzazione.

Su base like-for-like, gli affitti lordi contabili sul portafoglio totale aumentano del +0,6%4 (+1,8% like-for-like

su uffici non Ti e +2,2% like-for-like considerando solamente gli uffici non TI a Milano).

Il tasso di occupazione finanziaria sul portafoglio group share (escludendo i progetti disviluppo) è passato al

96,3% (dal 96,6% al 31 dicembre 2017). Il tasso di occupazione degli uffici, escluso il portafoglio Telecom Italia,

è pari al 95,3% rispetto al 95,1% di fine 2017, al 91,0% di fine 2016 e al 87,5% di fine 2015.

La durata media dei contratti di locazione, considerando le opzioni di rilascio anticipato, è pari a 6,8 anni su

base group share.

ACCELERAZIONE DEI PROGETTI DI SVILUPPO A MILANO

Seguendo gli obiettivi strategici comunicati e rivisti al rialzo per il 2022, Beni Stabili si sta concentrando sui

progetti di sviluppo immobiliari a Milano per migliorare le proprie performance operative, diversificare i tenant e

focalizzarsi su uffici di alta qualità a Milano.

“The Sign” a Milano: firma di un accordo preliminare di locazione con AON per il primo edificio e approvazione

dell’intero progetto con i due ulteriori edifici

Durante il primo trimestre 2018, Beni Stabili ha firmato con successo un accordo preliminare per la locazione

di quasi tutto l’edificio A (98%, per 9.500 mq) di The Sign con AON, gruppo leader mondiale nella

consulenza dei rischi e delle risorse umane, nell’intermediazione assicurativa e riassicurativa.

L’accordo di locazione prevede canoni annualizzati per €2,6 milioni (€ 285/mq) e 12 anni di durata (più

un’opzione per l’estensione del contratto di ulteriori 6 anni per il conduttore).

E’ stata anche concessa ad AON un’opzione per la locazione di ulteriori 1.500 mq di spazi negli altri edifici

facenti parte del progetto di sviluppo The Sign.

The Sign, Edificio A, aggiunto alla pipeline nell’autunno 2017, è un nuovo importante progetto di sviluppo che

prevede la costruzione di un edificio direzionale di 9.700 mq (GLA) per un costo totale5 di circa €38 milioni, e

rappresenta il primo passo di una più grande iniziativa di recupero di un’area di 17.000 mq, situata in posizione

strategica, che vedrà la consegna di circa 26.500 mq (GLA) di uffici innovativi, realizzati in tre edifici attorno a

una piazza verde.

A seguito della locazione ad AON, anche le ulteriori parti del progetto, Edifici B e C, sono state approvate (GLA

di 16.800 mq e costo totale di circa €67 milioni). Il target di rendimento è superiore al 7%.

Il complesso, localizzato a Milano, in Via Schievano, a sud ovest del centro città, ha per obiettivo le più

elevate certificazioni green e il suo fabbisogno energetico sarà coperto sia da energia autoprodotta che da fonti

esterne certificate green al 100%. L’inizio dei lavori è previsto nel secondo trimestre del 2018, assieme alle

opere di urbanizzazione nelle aree limitrofe

Beni Stabili attualmente può contare su una pipeline di progetti di sviluppo di circa €779 milioni, di cui circa il

90% a Milano. Quest’ammontare include €100,3 milioni di impegni di investimento futuri su progetti

approvati per €384 milioni (contro €317 milioni al 31/12/2017), mentre circa €395 milioni sono relativi al costo

totale dei progetti attualmente in lavorazione a Milano.

La pipeline di sviluppo approvata è per il 59% oggetto di contratti preliminari di locazione, comprende sette

progetti principalmente localizzati a Milano e ha come obiettivo un rendimento lordo del 6,4%.

Beni Stabili punta ad aumentare la pipeline di progetti di sviluppo approvati fino a €400 milioni entro il

2018/2019.

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress