BNP presenta il progetto Domus Aventino: nel centro di Roma appartamenti di pregio che rispettano l’ambiente e la storia

Il progetto Domus Aventino di BPN Paribas Real Estate riqualifica l’area che si affaccia sulla piazza all’ingresso del colle Aventino e restituisce un complesso di tre edifici con abitazioni nuovissime, in pieno centro storico e in una delle aree di più alto pregio urbanistico di Roma, in un’area che già in epoca imperiale ospitava le più belle residenze aristocratiche della città.

 

I tre edifici risalgono agli anni cinquanta del ‘900, quando furono costruiti per ospitare gli uffici centrali della Banca Nazionale del Lavoro. La ristrutturazione in senso residenziale decisa da BNP Paribas Real Estate, è coerente con la strategia della Società di investire nella riqualificazione di edifici situati in zone centrali e semicentrali delle città e restituirli agli abitanti e alla vita sociale della comunità. “In questo senso – sottolinea Giuseppe Pizzuti, Head of Residential Investment della Società – Roma con il suo centro storico ha caratteristiche uniche al mondo, che possono essere maggiormente valorizzate dalla presenza di persone e famiglie che vi abitano stabilmente piuttosto che da anonimi uffici che si svuotano nel pomeriggio”.

 

Attualmente è in fase avanzata di riqualificazione il terzo dei tre edifici del progetto Domus Aventino, posto sulla parte destra della piazza a fianco dell’edificio centrale. Oggi viene annunciato l’avvio della commercializzazione dei suoi 50 appartamenti, la cui consegna è prevista entro fine 2019. Delle 150 unità abitative dei primi due edifici, circa 130 sono già vendute e alcune già consegnate ai nuovi proprietari e abitate.

 

I tre corpi del complesso Domus Aventino sono costituiti ognuno da sei piani fuori terra abitabili, e da piani interrati nel quale, oltre a locali tecnici e cantine, trovano posto dei comodi box auto che – soprattutto in una zona centrale di Roma con pochi spazi di parcheggio – aggiungono notevole valore agli appartamenti, anche in termini di sicurezza perché consentono di entrare con l’auto nel garage e da qui accedere con l’ascensore direttamente al proprio appartamento. Gli immobili sono anche dotati dei moderni sistemi tecnologici di sicurezza e allarme e usufruiscono di un servizio di guardiania attivo 24 ore su 24.

La riqualificazione ha richiesto un notevole impegno tecnologico, sia per la rimodulazione degli spazi interni, ma in particolare anche per adeguare gli stabili alle normative antisismiche, con l’inserimento nelle fondamenta di elementi di contenimento che, com’è ovvio, rendono gli appartamenti conformi dal punto di vista strutturale.

Particolare attenzione, in sede di progettazione, è stata posta all’efficienza energetica e all’ecocompatibilità dei materiali e degli impianti. Il riscaldamento e il raffreddamento delle singole unità e l’acqua calda sanitaria sono forniti da un impianto centralizzato a pompa di calore. Un apparato di addolcimento riduce la concentrazione di calcare nei condotti idrici dell’acqua corrente e degli elettrodomestici. Le acque piovane delle coperture e dei terrazzi sono filtrate e raccolte in appositi serbatoi nel piano interrato e utilizzate, tramite pompaggio, per l’irrigazione delle aree verdi e il lavaggio delle superfici esterne comuni.

Gli appartamenti, di vari tagli, completamente cablati e dotati di sistema  domotico per la gestione da remoto di tutti gli impianti interni, sono tutti muniti di ampi terrazzi abitabili che si affacciano nelle ampie aree verdi condominiali di collegamento fra i tre corpi di fabbrica, che aggiungono ulteriore colore al quartiere Aventino, il più verde del centro di Roma.

 

L’investimento complessivo per la realizzazione del progetto Domus Aventino è pari a circa 170 milioni di euro. Ma per BPN Paribas Real Estate l’importanza del progetto va oltre: “Riteniamo che Domus Aventino – afferma l’amministratore delegato Michele Latora – abbia definito standard di qualità nel mercato immobiliare di Roma. Operare in un contesto particolare come il centro e, soprattutto, lavorare in progetti di recupero e ristrutturazione comporta difficoltà e rischi, ma il fatto che il mercato abbia dimostrato di apprezzare il nostro progetto e le nostre scelte ci conferma che la nostra visione è corretta”.

 

Gli elementi di eccellenza di Domus Aventino

 

 

Elemento

caratteristiche

 

Sicurezza

Costruzione antisismica Tutte le costruzioni rispettano le norme anti sismiche attuali con l’adozione di micro pali di contenimento e idonei interventi di consolidamento

Una casa con la sicurezza e la privacy di un hotel

Portineria H24 L’unico accesso centralizzato è presidiato h24 da un servizio di guardiania per garantire un controllo effettivo degli accessi
Accessi diretti dal piano garage Da tutti i garage si accede direttamente agli edifici
Portoni e persiane blindate Tutti gli appartamenti sono dotati di persiane blindate antiscasso automatizzate e da portoncini blindati con chiusura automatica

Innovazione

Impianto domotica MyHome Tutti gli appartamenti sono dotati del sistema MyHome di Bticino che permette la gestione anche da remoto di illuminazione, condizionamento, apertura delle persiane e gestione del suono

Innovazione che si tocca e che migliora la vita tutti i giorni

Sistema di addolcimento acqua corrente L’acqua corrente viene trattato da un impianto di addolcimento a solo per l’abbattimento del calcare, a garanzia di igiene, sanità e durata degli impianti e degli elettrodomestici
Riscaldamento e raffrescamento a parete Riscaldamento e raffreddamento sono garantiti da un sistema radiale a pavimento alimentato da un impianto termo-frigorifero centralizzato in pompe di calore con condensazione ad aria per garantire comfort, efficienza e sostenibilità

Sostenibilità

Impianto fotovoltaico La copertura dell’edificio I, quello centrale, ospita un impianto fotovoltaico per una potenza installata di 165 kWp per i tre corpi di fabbrica

Sostenibilità che si conta: edifici in classe energetica A per bassi consumi e alte prestazioni

Verde condominiale Le aree verdi comuni ammontano a circa 1000 m2, di cui 222 sono disposti in pareti verticali nella corte centrale con oltre 10 mila essenze messe a dimora. Per l’irrigazione del verde comune opera un impianto di riciclo dell’acqua piovana
Pompa di calore a inverter Le esigenze termiche (caldo e freddo) degli appartamenti sono soddisfatte mediante sistemi radianti alimentate da pompe di calore (a condensazione ad aria) che permettono la compensazione della temperatura ambiente
Infissi in legno Gli infissi fono assorbenti e termo isolanti sono esclusivamente realizzati in legno
Involucro isolante e schermature “brise-soleil” Tutti gli edifici sono dotati da un involucro isolante che contribuisce, insieme ai serramenti, al mantenimento del calore e a ridurne la dispersione verso l’esterno migliorando la prestazione energetica dell’edificio

 

Elemento

caratteristiche

 

Esclusività

Location centrale Nel cuore del centro archeologico di Roma, in pieno centro storico

Due mila anni di storia che guardano al futuro

Cucine comprese Tutti gli appartamenti comprendono cucine/angoli cottura appositamente realizzati da un marchio premium della produzione italiana di cucine
Palestra Realizzazione di una palestra a disposizione dei residenti
Area di esposizione reperti archeologici La proprietà comune comprende anche una zona musealizzata con mostra dei reperti archeologici rinvenuti durante i lavori
Predisposizione  Sky Q Tutti gli appartamenti sono dotati di predisposizione per Sky Q l’ultimo standard in fatto di entertainment domestico
Area esclusiva Il progetto riguarda un intero isolato il che esclude anche per il futuro nuove realizzazioni e insediamenti che possano turbare il decoro e la vivibilità dell’area

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress