Sigest: locazione residenziale nuova asset class, ma solo se gestita in maniera professionale

Gli aspetti gestionali rivestono un ruolo centrale nella locazione residenziale, la qualità dell’attività di gestione è fondamentale affinché l’abitazione diventi realmente un servizio efficiente per la nuova domanda che richiede mobilità sul territorio.

Sono alcune delle considerazioni emerse da un sondaggio, rivolto alla platea di operatori della filiera del real estate, che Sigest – player Real Estate attivo da oltre trent’anni nel mercato residenziale di fascia medio-alta, con focus particolare su Milano e Lombardia – ha condotto in occasione della presentazione della ricerca “Residenziale a Milano: mercato immobiliare e trend emergenti. Analisi delle nuove iniziative e anticipazione delle tendenze dell’abitare”, tenutasi a Milano lo scorso mercoledì 3 ottobre.

Le risposte al questionario hanno evidenziato che solo operatori specializzati, infatti, possono assicurare questa innovazione, che rappresenta una esigenza sempre più evidente nella domanda, capace di trasformare il settore dalla compravendita residenziale legata al possesso (mercato della casa), alla fornitura di un sevizio che contempli usi temporanei della casa, secondo esigenze che evolvono nel tempo (mercato dell’abitare).

Di fronte alla richiesta di ordinare, per importanza, alcune affermazioni, il tema della centralità gestione professionale (degli inquilini come degli spazi) è stato indicato dal 58% delle risposte, il 25% ha sottolineato che “la locazione richiede edifici progettati ad hoc e non immobili pensati per la vendita, successivamente convertiti”, mentre il restante 17% che “a Milano, la vendita di appartamenti sarà̀ sempre il mercato per eccellenza, mentre la locazione avrà un incremento nei prossimi anni.”

Una ulteriore evidenza della survey – proposta agli oltre cento ospiti intervenuti – è relativa all’allocazione di fondi: student housing e senior living sono i due comparti che, secondo gli operatori, crescono in maniera parallela e alla stessa velocità, quindi alla domanda “se dovessi consigliare a un player dove allocare i propri fondi nella città di Milano” la risposta privilegiata è stata quella del 50/50.

Interessante spunto è nato dall’ultima domanda, da cui è emerso che il 91% dei rispondenti al questionario ha affermato di vivere in una casa di proprietà, a fronte del 9% che vive in locazione, ma – a dimostrazione di come i trend nel mondo immobiliare cambino rapidamente – ben il 23% di essi ha ammesso che se dovesse scegliere oggi tra l’acquisto di una casa o la locazione, preferirebbe la seconda, a vantaggio di una maggiore flessibilità e per evitare l’immobilizzazione di ingenti risorse economiche.

“Desidero ringraziare – dichiara Enzo Albanese, CEO di Sigest – tutti coloro che hanno partecipato alla presentazione e che hanno espresso le proprie opinioni nel sondaggio. È quanto mai evidente come la locazione residenziale riscuota sempre maggiore interesse tra gli investitori istituzionali e, parallelamente, il mercato richieda una gestione professionale e preparata.”

 

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress