Il 40°Anniversario di FIMAA Torino

di Alessandro Berlincioni,

Socio Fimaa Torino dal 1978

 

Il  2018 rappresenta un’importante tappa per la storia della nostra Federazione. Ricorre,  infatti, il 40° Anniversario di attività della Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari  di Torino e Provincia, la più antica Associazione di Agenti Immobiliari del Capoluogo  subalpino, che ancora oggi ci sostiene e ci rappresenta sul territorio.

Per l’occasione, il Presidente Franco Dall’Aglio e l’attuale Consiglio Direttivo, che ringrazio  anticipatamente per l’opportunità concessa, mi hanno incaricato di organizzare questa  celebrazione, anche in considerazione del fatto che sono “testimone dell’epoca”.

Ricordo molto bene infatti il periodo trascorso tra discussioni, dubbi e posizioni da prendere:  già dal 1953 gli Agenti immobiliari di Torino avevano costituito un’Associazione a tutela degli interessi professionali della Categoria e questa, denominata CACIC, aderiva alla FIMAA, Federazione Italiana Mediatori Agenti d’Affari, la quale però riteneva di dover esclusivamente rappresentare tutti i mediatori di qualsiasi settore merceologico. Con l’istituzione poi della Legge sul Mediatorato 253/1958, che rappresentò il primo tassello verso un cambiamento che avrebbe elevato l’attività professionale degli agenti immobiliari rispetto alla figura del sensale, emerse sempre più la necessità di slegarsi dalle altre categorie merceologiche, a ulteriore conferma dei notevoli sforzi di quei tempi compiuti per fare diventare un’arte la professione, migliorandone la qualificazione.

Fu così che avvenne la scissione e nella riunione del 6 novembre 1978, alla quale partecipai, l’Associazione di Torino CACIC votò l’adesione alla neo costituita FIMAI Federazione Italiana Mediatori Agenti Immobiliari, e adottò la sua nuova denominazione sociale: FIMAI Sindacato di Torino e Provincia, istituito, a livello provinciale, per primo in Italia e in forma del tutto autonoma, proprio per tutelare e dare maggior rilievo al valore della professione immobiliare nella società e per rendere un effettivo e reale servizio, utile al pubblico.

Iniziò dunque un totale rinnovamento dell’Associazione che diede impulso a un’organizzazione decisamente più efficiente: operare a favore dell’Agente Immobiliare affinché si inserisse, con una precisa posizione in un ruolo economico e in una funzione sociale specifica all’interno della società, divennero gli obiettivi primari da perseguire. Con grande intuito e lungimiranza, si organizzarono, pertanto, incontri di discussione per unificare i metodi di lavoro e per uniformare la modulistica, al fine di evitare confusione e rassicurare la clientela; si adottò un codice deontologico, per operare in modo chiaro e trasparente e per improntare sempre più l’attività dell’Agente Immobiliare alla tutela del Consumatore. Ci si concentrò, insomma, sulla creazione di un modus operandi adottabile, da tutti gli aderenti FIMAI, anche da quelli del futuro. Vennero poi istituiti corsi di formazione e aggiornamento per approfondire i temi cardine della professione, intensificati i momenti di confronto e le opportunità di collaborazione tra gli iscritti per soddisfare in modo efficiente le richieste dei Clienti. Si garantì inoltre assistenza e supporto agli Agenti iscritti attraverso un servizio di segreteria permanente e di consulenza professionale gratuita oltre a un servizio informazioni aggiornato sulle nuove disposizioni di legge. Venne stampato, infine, il primo Annuario ufficiale degli Agenti Immobiliari iscritti a FIMAI, che costituisce tutt’ora una vera e propria guida del Settore per il Professionista ed il Cliente. Tutte tematiche, queste, ancora attuali, che in 40 anni sono state sviluppate e migliorate per elevare sempre più la qualifica della nostra Categoria, anche davanti alle Istituzioni.

Per questi motivi, quest’anno, in occasione della consueta Cena di Natale, abbiamo pensato di condividere con tutti gli Associati anche questa importante ricorrenza, attraverso la realizzazione di un evento unico e speciale che si terrà il prossimo 4 dicembre c.a. alle ore 20 a Palazzo Graneri della Roccia, uno dei più prestigiosi edifici nobiliari torinesi, oggi sede del Circolo dei Lettori.

Durante la serata verranno consegnate 40 targhe ai Consiglieri che nel 2018 festeggiano i 10, 20, 30 e 40 anni di iscrizione alla FIMAA. Ricorderemo così brevemente coloro hanno preso parte alla storia della Federazione, a partire naturalmente da chi ne ha creato le basi e cioè Umberto Negro, primo Presidente, e Piero Bertinetto, suo successore.

In attesa di incontrarci, guardiamo insieme con entusiasmo al futuro, certi che il nostro 40° Anniversario possa diventare un nuovo punto di partenza.

NOTA  :  L’ Autore  del presente  Editoriale  è  Socio  Consigliere   di  FIMAA  Torino da  38  anni  ininterrottamente

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress