Milano, la città migliora trainata da Terziario (+6 punti) e Lavoro . Migliora l’Indicatore Generale di Qualità della Vita : lo afferma l’ associazione MeglioMilano

I risultati della XXVIII edizione dell’ Osservatorio  di MeglioMilano  sono stati  presentati oggi 5 dicembre  in un convegno

pubblico presso l’Urban Center Milano.

 

A incidere maggiormente in positivo è l’Area Economica, l’unica a chiudere con un reale miglioramento, +6

punti. In forte crescita tutti i dati inseriti nella nuova area Innovazione e Competitività e in particolare start

up (+34%), PMI innovative (+66%) e brevetti (+8%). Bene il Terziario con un’accelerazione del settore

fieristico (espositori +19%, visitatori +9%) e una forte crescita del numero di passeggeri in arrivo negli

aeroporti (7,5 milioni in più del 2016, in particolare nello scalo di Linate) e di visitatori negli alberghi (+5%).

Stabile sui 2 giorni la permanenza media in città. Incoraggianti anche i dati relativi al Lavoro: il tasso di

occupazione torna per la prima volta ai valori pre-crisi e raggiunge quasi il 70%; la disoccupazione giovanile

scende sotto il 30% dopo quattro anni e si dimezzano le ore di cassa integrazione. Nel Benessere migliora il

reddito pro capite, che supera i 26.500€ annui (+340€ dal 2016), e cresce del 7% il risparmio, raggiungendo il

dato migliore della serie.

Meno positivi nel 2017 gli indicatori dell’Area Ambientale: l’inquinamento dell’aria, influenzata dalle

sfavorevoli condizioni atmosferiche, peggiora di 9 punti e a risentirne maggiormente sono il tasso di ozono

nell’aria (+12%) e la presenza di polveri sottili (la quantità di PM10 supera i livelli consentiti per 97 giorni, 24

in più del 2016). Leggermente più numerosi i reclami per rumore (9.100 nel 2107, +2%) che per la maggior

parte sono legati a schiamazzi in pubblica via. In crescita gli ettari di verde pubblico fruibile (12 in più dal

2016). Nella Salute si riducono i decessi per tumore (-6%) e malattie dell’apparato circolatorio (-2%) mentre

crescono i decessi per problemi all’apparato respiratorio (+10%) e i decessi entro il primo anno di vita

(passano da 22 a 26) con un forte peso sull’indicatore finale. Anche quest’anno positiva la Mobilità che fa

registrare miglioramenti sul trasporto pubblico (crescono i passeggeri, +3%, che arrivano a 653 milioni

l’anno), sulla rete ciclabile (3km in più dell’anno precedente) e sulla sicurezza stradale (gli incidenti si

riducono del 7% dal 2016 e scendono sotto i 13.000 per la prima volta nella serie storica). Cresce il servizio e

l’utilizzo di mobilità condivisa: ancora in crescita il Bike Sharing (prelievi annuali +5%) e il Car Sharing

(prelievi medi mensili +36%).

In leggero peggioramento l’area Civile, soprattutto per effetto della Cultura: dopo i forti investimenti del

2015 si riducono gli indicatori di spesa (investiti 2 milioni in meno del 2016) ma, seppur in leggero calo,

rimane elevato il numero di mostre effettuate. Più basso il numero di visitatori ai Musei civici milanesi (-6%)

così come la percentuale di residenti che acquistano libri (per la prima volta si scende sotto i 60 libri ogni

100 residenti) e quotidiani (meno di 5 ogni 100 residenti). Opposto l’andamento dei dati relativi al prestito

bibliotecario che tornano a crescere dopo il calo del 2016 (+19%, sono 53 ogni 100 residenti i prestiti di

documenti cartacei). Nei Servizi al Pubblico cresce la durata delle cause (in particolare presso Giudice di

Pace, passa da 9 a 12 mesi) e si riducono ulteriormente gli sportelli bancari disponibili in città (-7%). Positiva

la raccolta differenziata (+11%) che arriva al 58% del totale dei rifiuti raccolti posizionando Milano tra le

migliori città europee. Stabile l’Istruzione.

L’area Sociale chiude in pareggio ma al suo interno le quattro aree hanno andamenti contrastanti.

Nell’Abitazione si registra un aumento del costo delle locazioni che sono più care in tutte le zone cittadine

mentre rimane positiva la compravendita che vede un incremento delle transazioni (+8% a Milano e +5% in

Provincia). Nella Sicurezza a fronte di una riduzione delle violenze carnali e delle lesioni dolose, crescono

omicidi e tentati omicidi (11 in più del 2016). Crescono le truffe (più di 8.000 in un anno) e si riducono i furti

(-2%). Positiva l’area Disagio dove si riduce il numero di pensioni sociali erogate (230 in meno) e si registra

un calo dei ricoveri per malattie infettive (per la prima volta sotto le 2.800 in un anno, -13%) e disturbi

psichici (3.783 nel 2017, -1,5%). Leggermente in crescita il numero di infortuni sul lavoro in Provincia di

Milano (+2%). I Servizi di Assistenza rimangono stabili, bilanciati tra un aumento della spesa per minori

(+17%) e una riduzione del numero di alcolisti assistiti (-7%).

Nel complesso la popolazione cresce di 12.285 unità e arriva a 1.380.873 residenti. Positivo il saldo

migratorio, ovvero il confronto tra nuovi arrivati e coloro che scelgono di lasciare la città: salgono i nuovi

residenti (oltre 50.000 nel 2017, quasi 7.000 in più del 2016) e scendono gli emigrati (33.200 nel 2017, 2800

in meno rispetto all’anno precedente).

 

Ha  aperto  la mattinata il Presidente di MeglioMilano, Simonpaolo Buongiardino: “L’Osservatorio rappresenta per

noi un appuntamento annuale immancabile. Siamo molto lieti di aver raggiunto quest’anno la XXVIII edizione,

un traguardo importante per cui ringrazio i soci, Automobile Club Milano e Confcommercio Milano, che

sostengono le nostre attività e collaborano con noi per la sua realizzazione. Quest’anno abbiamo voluto

introdurre nell’indagine una nuova area dedicata ai processi innovativi che rendono Milano una città

competitiva: mutamenti rapidi che non è semplice raccontare attraverso dati statistici ma che è fondamentale

inserire per mantenere l’Osservatorio un valido strumento di lettura dei cambiamenti”.

 

La presentazione dei dati  -a cura del professor Roberto Camagni, docente del Politecnico di Milano e

membro del Comitato Tecnico di MeglioMilano –  è stata seguìta da approfondimento sul tema Innovazione e

Competitività (nuova area introdotta nell’indagine) a cui hanno partecipato Cristina Tajani, Assessore Politiche

del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane  del Comune  di Milano,  Beatrice Zanolini, Presidente Comitato

Tecnico MeglioMilano , e  Marzia Maiorano, Presidente Comitato Imprenditoria Femminile Camera di

Commercio di Milano Monza Brianza Lodi.

 

Fonte  : Associazione MeglioMilano

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress