Baxi presenta i numeri 2018 : 540 mila caldaie prodotte a Bassano del Grappa, export in 50 Paesi e un fatturato di 287 milioni di euro

una  vista  dall’ alto dello stabilimento  di Bassano

una vista dall’ alto dello stabilimento di Bassano

 

È un esempio di eccellenza industriale Baxi SpA, azienda italiana – parte del Gruppo BDR Thermea – che offre una gamma completa di prodotti e sistemi per la climatizzazione sia invernale che estiva. Lo stabilimento ha sede a Bassano del Grappa, Vicenza, e anche quest’anno i risultati hanno registrato segno positivo, confermando il trend di sviluppo previsto.

Si è attestato a 287 milioni di Euro il fatturato 2018, aumentando del 12,5% rispetto al 2017. Cresciuto anche il numero delle caldaie prodotte, arrivate a oltre 540 mila nel 2018. Una macchina produttiva efficiente e organizzata quella di Baxi SpA, in grado di produrre 4.000 unità al giorno nel suo stabilimento di 100 mila metri quadri di superficie e con i suoi 700 dipendenti. Il tutto nel totale rispetto dell’ambiente, grazie ai 6.000 mq di pannelli fotovoltaici che soddisfano il 100% della richiesta energetica necessaria per la fabbricazione delle caldaie.

 

il DG  della  Società, Alberto Favero

il DG della Società, Alberto Favero

Di grande rilievo il fatturato proveniente dal mercato Italia, oggi al 35,1% nonostante la forte concorrenza nazionale ed estera e a riprova che il prodotto di un’azienda italiana, frutto di costante innovazione e garantito da un servizio pre/post vendita, resta una prima scelta del cliente. In netta crescita anche la quota export, arrivata al 18,9% e distribuita in oltre 50 Paesi. Importante voce nel fatturato di Baxi SpA anche quella relativa alle vendite alle Intercompany, società appartenenti allo stesso Gruppo BDR Thermea e presenti in vari Paesi Europei, tra le quali Russia, Francia, Spagna, Cina, Regno Unito, Germania, Turchia, Paesi Bassi. L’insieme delle vendite export rappresenta il 65% del fatturato totale generato.

 

Il Gruppo BDR Thermea nasce nel 2009 dalla fusione di De Dietrich, Remeha e Baxi Group con lo scopo di gestire la leadership mondiale nel settore del riscaldamento. E così è stato: il Gruppo BDR Thermea è oggi produttore leader a livello mondiale di sistemi e servizi innovativi per il riscaldamento e l’acqua calda sanitaria per applicazioni domestiche e commerciali, con un fatturato di oltre 1,7 miliardi di Euro e più di 6.500 dipendenti. La strategia del Gruppo si basa sull’articolazione delle attività con diversi marchi commerciali, tra cui Baxi, e sulla presenza di importanti filiali nazionali nelle principali economie europee, tali da consentire una pronta reazione ai cambiamenti nella domanda locale. Baxi è il centro ricerca e sviluppo di eccellenza per il gruppo BDR Thermea.

 

Tra le strategie di Baxi, in linea con quelle dei prossimi tre anni del Gruppo BDR Thermea, la volontà di espandersi nel mercato delle pompe di calore e dei sistemi ibridi, la migliore risposta all’attuale esigenza – spinta anche dalla normativa ErP – di utilizzare fonti di energia sostenibile. Nel 2018 Baxi ha registrato un +63% dei volumi di vendita nel segmento rispetto al 2017. Un altro punto di sviluppo focale per il Gruppo BDR Thermea, così come per Baxi, è la crescita delle quote di mercato nei sistemi di alta potenza e, più in generale, nei prodotti e servizi dedicati al segmento Professional. Nuove soluzioni impiantistiche di alta potenza per contesti commerciali e industriali, specifiche App per il controllo a distanza, un team dedicato di ingegneri Baxi sempre a disposizione e, ancora, progettazione BIM con gli schemi d’impianto, convegni, corsi normativi e formativi, sono solo alcuni esempi del processo attivato da Baxi per supportare i professionisti. Altro punto della strategia di gruppo è un’ulteriore intensificazione della digitalizzazione, già in atto da tempo anche in Baxi con l’introduzione di processi lean, tracciabilità del prodotto, connettività dei prodotti, ecc.

Un’evoluzione coerente e coesa quella di Baxi SpA e del Gruppo BDR Thermea, un impegno che vuole intensificare la propria presenza nel mercato delle pompe di calore nel prossimo triennio in Europa e rafforzare la propria mission: fornire soluzioni intelligenti per il comfort a impatto ambientale quasi nullo.

 

 

Fonte : Company

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress