Confedilizia, arriva il “Rendiconto –tipo” per gli Amministratori di condominio

Arriva il “Rendiconto tipo per gli amministratori condominiali dopo la riforma”, strumento che ha lo scopo di aiutare gli amministratori nella redazione del rendiconto di condominio sulla base dei nuovi criteri di legge. Lo hanno presentato a Roma, nel corso di una conferenza stampa, il Presidente della Confedilizia Corrado Sforza Fogliani, il Presidente del Centro studi Coram (Coordinamento registri amministratori Confedilizia) Vincenzo Nasini, il Presidente di Gesticond (Libera associazione nazionale di amministratori immobiliari, aderente Confedilizia) Diego Russello, il Presidente dell’Agiai (Associazione geometri italiani amministratori immobiliari, convenzionata Confedilizia) Tommaso Mongiovì.

Il “Rendiconto tipo” – che va adattato, naturalmente, alle esigenze e alla concreta fattispecie del condominio per il quale viene utilizzato – è coerente con tutte le novità introdotte, in materia di rendicontazione, dalla legge di riforma del condominio (l. n. 220 del 2012). Ogni amministratore che si atterrà ad esso potrà essere certo, così, di aver corrisposto a quanto la normativa oggi vigente richiede.

Nelle pagine del Rendiconto sono, infatti, riportati: il modello di consuntivo della gestione ordinaria e del relativo riparto, con evidenziate le voci di entrata e di uscita; il modello di registro di contabilità, per l’annotamento in ordine cronologico, dei singoli movimenti in entrata e in uscita; il modello di riepilogo finanziario, con la situazione patrimoniale del condominio, i fondi disponibili e le eventuali riserve; il modello di nota sintetica esplicativa della gestione recante anche i rapporti in corso e le questioni pendenti; il modello di preventivo della gestione ordinaria e del relativo riparto.

Per completezza, è stato previsto poi, nelle pagine iniziali del “Rendiconto tipo”, un prospetto che riporta le informazioni relative all’amministratore, alla portineria, ai dati catastali relativi ai beni comuni, alle polizze assicurative, al certificato prevenzione incendi, alle attrezzature in dotazione al condominio: si tratta di un elemento utile e certamente suscettibile di positiva valutazione da parte dei condòmini. Di seguito al prospetto in questione – nell’ottica di rendere di immediata comprensione l’andamento tendenziale delle spese sostenute nei diversi esercizi contabili – sono stati inseriti, infine, una tabella che ha lo scopo di evidenziare, anche in forma percentuale, l’entità delle spese sostenute nell’esercizio contabile che viene sottoposto all’approvazione dell’assemblea nonché un grafico che consente una valutazione comparativa tra il preventivo e il consuntivo.

Il Rendiconto tipo è stato stampato in migliaia di copie, che verranno messe a disposizione degli amministratori di Agiai, Coram e Gesticond; sarà anche disponibile presso le Associazioni territoriali della Confedilizia presenti in ogni capoluogo di provincia e nei maggiori centri (per i recapiti, consultare il sito www.confedilizia.it).

Fonte : Confedilizia

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress