“2013 Emerging Trends in Real Estate” di ULI/ PWC a Milano

di Paola G. Lunghini

Piove che Dio la manda oggi a Milano mentre Patrick Phillips, nuovo CEO di ULI –Urban Land Institute, prende il Podio nell’ immenso “ Spazio CityLife” che ci ospita,  per illustrare ai convenuti il Rapporto “  2013 Emerging Trends in Real Estate” di ULI, sviluppato come sempre  in collaborazione con PWC.

E’ , questa di oggi, una anteprima assoluta  per l’ Italia :  ed è la prima volta  che a noi della  community italiana ( da molti anni “allenati” alla presentazione del Rapporto  ULI “ Emerging Trends  in Europe”, solitamente tra gennaio e febbraio )  viene dedicata tanta attenzione. Ci viene infatti  illustrato  – nel corso di un roadshow iniziato giorni fa a Francoforte  e che si concluderà  nei prossimi giorni a Londra – tutto ciò  che riguarda le tendenze immobiliari nelle Americhe , secondo la prestigiosissima  e storicissima ( fu fondata in USA nel 1936) associazione che , nel mondo, raduna decine di migliaia di  members, moltissimissimi dei quali super-autorevoli. E che ha fatto della “ cultura del territorio” la propria bandiera.

ULI,   il report sull’ America lo fa da 34 anni; ma ora lo ha allargato – oltre al Canada – anche alla Latin America ( Argentina, Brasile, Cile, Columbia, Equador, Messico, Perù, Uruguay e Venezuela).

 

Piove che Dio la manda  dicevo mentre Patrick prende il Podio. Alle sue spalle scorrono – sul doppio gigantesco  schermo  – coloratissime e coreografiche immagini  che , per ciascino dei mercati  e dei comparti , evidenziano appunto l’ outlook a breve così come era stato elaborato attraverso  900  interviste a top player, interpellati da Abu Dhabi a Washington.

E appunto da Washington Patrick proviene.

Il suo approccio , pur nella complessità del tema, è “ semplice”; e il suo inglese è “ chiaro”. Un  vero piacere seguirlo mentre racconta  che – operando in un ambiente  a crescita lenta  – occorre  richiamarsi a una “ decent profitability” , e  che comunque  “ transaction volume will tick up” .

I mercati che il Rapporto copre sono ben 51, quindi è qui impossibile citarli tutti.

Market to watch?

Molto bene la East  Coast e la West Coast ( la favorita è San Francisco) degli States; a macchia di leopardo l’ East e  South West (vanno giù Las Vegas e Memphis). Gode dell’ incremento demografico la Florida,  mentre soffre l’ immenso Mid West (  “the auto industry has  come back somewhat, but  you can only be interested in the top  building in Detroit” . Domanda  : chi glielo va a raccontare a Sergio Marchionne ??? ).

E così via narrando, passando attraverso capital flows, , hotel  occupancy rates & RevPar ( per gli hotel si prevede un trend  positivo) , “ housing  resuscitation” – solo per citare  alcuni temi – ,  con un bellissimo commentino finale tutto incentrato sulla lettera  “ erre” , con ciò intendendosi  re-financing, re-novating, re-capitalize, re-use, etc.

Cui Marco Plazzotta ,  Allianz  RE  -  chiamato al Panel di commento insieme a Davide Brogi, Generali  Immobiliare Italia SGR, e Patrick Parkinson, JLL-   subito aggiunge re-pricing , e dice poi  da par  suo altre cose intelligenti ( il vero problema è l’  “atomizzazione dei momenti decisionali” ). Volentieri fanno eco a Marco, dicendo cose intelligenti, Patrick Parkinson ( le partnership sono una vera tendenza che deve ancora ben emergere, e la pianificazione delle città va fatta a 30 anni e non a cinque) , e Davide Brogi ( sì all’ investimento in debito, quando possibile,  in logiche di affiancamento al lender , e con duration a 5-7 anni).

Brillantemente condotto da Elisabetta Caldirola, Partner PWC – Real Estate Italy, il dibattito sfora ben oltre i tempi previsti, ma piacevolmente.

E la riunione si chiude con la autopresentazione  di Paolo Foppiani, neo Presidente dei Young Leader  ULI in Italia , ovvero il Gruppo Giovani: alla sua prima uscita pubblica, Paolo ( avvocato della legal firm DLA Piper ) annuncia  di aver già avviato con Giacomo Morri ( SDA-Bocconi e Presidente di AICI  Giovani) una approfondita ricerca sui giovani professionisti  del real estate in Italia. Ricerca  che ci si augura di presentare  nell’ ambito di EIRE- Expo Italia Real Estate, in programma dal 4 al 6  giugno 2013  a Milano.

Poi lasciamo la immensa Sala dello Spazio CityLife ( dove la “ nostra area “ , pur ben delimitata da arredo a verde, decisamente si “ perde “,  piccola piccola  com’ è)  e saliamo alla terrazzina dello “ Spazio” , per osservare il cantiere : che non appare affatto immenso, anzi.  Le residenze  sono lì, quasi a portata di mano; là dove oggi ci sono  pozze d’ acqua  e  baracche di cantiere sorgeranno  le torri a uffici, e al centro dell’ area si lavora freneticamente  per la costruzione della stazione della Metro. Sullo sfondo, ma vicinissimo, il Centro Congressi MICO (Fondazione Fiera Milano) , con la sua  completata copertura a nuvola ( alcuni ancora la chiamano ancora  “ cometa” )   luccicante.

Pare impossibile, ma Marco Plazzotta ( come tutti sanno, Generali e Allianz  sono in JV i developer del city quarter) ci spiega che attualmente lavorano a CityLife un migliaio di persone. E ci assicura che il cronoprogramma  – con consegna 2016 – sarà rispettato.

Poi mi  conferma che anche la piattaforma retail ( il marketing è affidato a Larry Smith) sta procedendo, con lo sviluppo del concept. A metà del 2013 si  dovrebbe avere su ciò chiarezza  ( vuoi vedere  che anche ciò verrà annunciato a EIRE?).

Alla spicciolata ci lasciamo.

Guido Inzaghi ( Partner  della legal firm DLA Piper  e Presidente di ULI Italy: il  nuovo ruolo molto  gli si addice,) , ci aveva già lasciato.

Gli giungano quindi ora, e per iscritto, i miei più vivi complimenti per aver progettato questo bellissimo  incontro. Che fa seguito a un evento  che  ULI aveva organizzato la scorsa settimana a Torino , in partnership con la Municipalità del capoluogo piemontese,  intitolato “ Urban Investment Network Workshop. Business Friendly Cities”.

(Peccato averlo scoperto  solo oggi.  Ci sarei andata un salto volentieri) .

 

Guido, io vorrei …( con il sonetto, vai avanti Tu).

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress