Mormoni, apre a Roma il Tempio della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni

di Paola G. Lunghini

I dirigenti della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni in Italia hanno annunciato che lunedi 14 gennaio  (  dopo una preview  “privata “  il  12  gennaio ),  il Tempio di Roma aprirà le sue porte agli operatori dell’informazione per una visita guidata a tutto il complesso, la cui costruzione è appena terminata in Via di Settebagni, nella zona nord-orientale del Grande Raccordo Anulare.

Il Tempio sarà  poi aperto al pubblico per visite guidate gratuite, da lunedì 28 gennaio 2019 a sabato 16 febbraio 2019, eccetto le domeniche; e  sarà dedicato ufficialmente domenica 10 marzo 2019,  lunedì 11 marzo e martedì 12 marzo 2019.

«Quando il Tempio di Roma fu annunciato a ottobre 2008, la notizia era stata accolta con gratitudine dai membri della Chiesa in Italia e da milioni di altre persone in tutto il mondo»  spiega  una  Nota. «Come tutti i cristiani, i mormoni considerano Roma uno dei posti più pregni di storia del mondo, una città biblica dove gli antichi apostoli Pietro e Paolo predicarono il vangelo di Gesù Cristo».

La costruzione dell’edificio di tre piani e vasto quasi 4 mila metri quadrati era iniziata il 23 ottobre 2010 , e fa parte di un centro culturale e religioso di 60 mila metri quadrati che comprende una casa di riunione polifunzionale, un centro visitatori  (che ospita la riproduzione in marmo di Carrara delle statue di Cristo e degli Apostoli scolpite da Bertel Thorvaldsen),  un centro di storia familiare e alloggi per i visitatori. L’esterno del tempio è rifinito con granito e vetrate artistiche.. Le finiture interne sono realizzate con materiali pregiati come il marmo, intarsi in legno e pitture decorative.

L’ alta  direzione del colossale  progetto  si deve  agli ingegneri/ architetti  provenienti da  Salt Lake  City (  Utah, USA) ,   la  “capitale  dei Mormoni”, mentre  italiani  sono stati i  contractor.  WT  Partnership Italia  ha assolto   l’ incarico  di controllo della intera contabilità di  cantiere, nella  persona di Marco  Ratini.

Mentre il Centro visitatori, il Centro di storia familiare, la casa di riunione e i giardini saranno sempre aperti al pubblico gratuitamente, il Tempio non sarà più visitabile dal pubblico dopo che sarà stato dedicato per le sue funzioni religiose.

Il Tempio servirà gli oltre 23 mila membri della Chiesa che vivono in Italia e quelli di altri Paesi limitrofi. Al momento ci sono nel mondo 159 Templi in funzione, di cui 12 in Europa.

Testata giornalistica non registrata ai sensi dell’Art.3 bis del D.L. 18 maggio 2012, n. 63 convertito in Legge 16.07.2012 n°103

Website
Mediatechnologies Srl

Powered by WordPress